concerto tolfa

Greta Panettieri in concerto a Tolfa

21 Dicembre 2016
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

La grande cantante torna live con il suo progetto di successo dedicato a Mina “Non gioco più” giovedì 22 dicembre al Teatro Claudio di Tolfa.
I fondi raccolti durante la serata saranno devoluti al Tavolo per la solidarietà coordinato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Civitavecchia a favore delle popolazioni colpite dal terremoto.

Giovedì 22 dicembre al Teatro Claudio di Tolfa, un grande concerto: Greta Panettieri sarà live insieme al suo quartetto con “Non gioco più”, progetto di grande successo dedicato a Mina, che l’ha consacrata sui palchi di tutta Italia come una delle cantanti più virtuose, affascinanti e richieste. I fondi raccolti durante la serata saranno devoluti al Tavolo per la solidarietà coordinato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Civitavecchia a favore delle popolazioni colpite dal terremoto.

“Non gioco più”, che nel 2014 è divenuto un album distribuito anche in Giappone, con special guest Fabrizio Bosso, è la reinterpretazione in jazz dei brani resi celebri da Mina: dal funambolico e virtuoso “Brava”, che Greta ha rivisitato in una versione scat, a “Conversazione”, “E se domani”, “Se telefonando”, “Soli”. Questo album si è contraddistinto come una vera perla nel panorama discografico e ha fatto conoscere al pubblico italiano la voce affascinante e il talento innato e vulcanico di Greta Panettieri.
Cresciuta artisticamente a New York, dove ha vissuto per dieci anni firmando un contratto con la prestigiosa DECCA/Universal e ha realizzando due album. Un filo la lega ancora con la Grande Mela, mantenendo aperte delle collaborazioni anche per i successivi album, come il più recente “Shattered-Sgretolata” che ha molti ospiti speciali, tra cui Greg.

Le sue avventure newyorkesi sono diventate oggetto di un libro a fumetti: la Graphic Novel “Viaggio in Jazz”, a cui è allegato il cd “Under Control”, presentato in diversi festival e apprezzato dalla stampa nazionale.
Con lei sul palco del Teatro Claudio, il pianista e suo fedele produttore Andrea Sammartino, il bassista Giulio Scarpato e il batterista Valerio Vantaggio.
Il concerto è promosso dal Comune di Tolfa all’interno del cartellone degli eventi natalizi in collaborazione con la Fondazione CARICIV.

In questi anni, dopo i contratti negli USA con la Universal e la DECCA, sono arrivati per Greta un tour europeo, aprendo i concerti di Joe Jackson, e le collaborazioni con Curtis King, Diane Warren, Poogie Bell, Sandro Albert, Terri Lynn Carrington, Mitch Forman, Robert Irvin III, Paolo Braga, Toninho Horta, Arthur Maia, Darryl Tooks.

Un grande talento, dotato di una vocalità straordinaria e una capacità interpretativa assoluta, che in Italia non è sfuggito a LA7, che l’ha chiamata come ospite fissa nella sigla del venerdì de “L’Aria che Tira”, Sergio Cammariere e Gegè Telesforo, il quale ha scelto Greta come co-autore per molti suoi brani.

Scrive di lei Terri Lyne Carrington:

“Greta ha un dono speciale, è capace di trasformare qualsiasi melodia in un’affermazione personale, è in grado di attrarre l’ascoltatore a fargli sentire il suo messaggio che parli la sua lingua oppure no. Interpreta le melodie come un grande musicista e non solo da cantante, aggiungendo il suo stile e la sua luce al momento giusto rendendo propria la melodia ma senza intaccarne l’intenzione originale…Greta è una delle migliori cantanti che abbia mai sentito ed è per questo che abbiamo bisogno che lei riesca a fare tutto quello che il suo cuore e spirito le dettano, sono sicura che darà un grande contributo all’industria musicale e al mondo in generale…”

 





  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
© 2013 - 2019, TRIP-TV-2094 AGENZIA DI STAMPA - Tutti i diritti riservati. Vietata la riproduzione anche parziale dei contenuti senza citarne la fonte.
Registrazione presso il Tribunale di Civitavecchia n. 4/13 del 22/02/2013 | Direttore Responsabile: Barbara Fruch, Direttore Editoriale: Pietro Russo