tirrenopower

Tirreno Power. Tvs, ancora incertezza sul futuro

2 Luglio 2014

Un incontro interlocutorio, almeno per Civitavecchia. Ieri pomeriggio al Ministero dello Sviluppo Economico si è svolta l’attesa riunione sulla vertenza Tirreno Power, particolarmente sentita a livello nazionale, come hanno dimostrato la presenza del ministro allo Sviluppo Economico Federica Guidi e del ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti. Oltre a loro, e ad altri rappresentanti del Governo, erano presenti anche i vertici dell’azienda e i rappresentanti delle organizzazioni sindacali.

Nel corso della riunione il futuro della centrale di Torrevaldaliga Sud e dei suoi lavoratori è passato di fatto in secondo piano rispetto alla vicenda che riguarda l’impianto di Vado Ligure, finita alla ribalta nazionale dopo il sequestro deciso dalla Procura di Savona e la sospensione dell’Autorizzazione Integrata Ambientale transitoria disposta dal Ministero dell’Ambiente. Nell’incontro si è parlato soprattutto di Vado Ligure, da cui dipende di fatto il destino di Civitavecchia. Se Vado Ligure chiude, Tirreno Power si avvia al fallimento e, di conseguenza, non ci sarà nulla da fare per l’impianto di Torrevaldaliga Sud ed i suoi operai. La partita, comunque, è ancora aperta ed è su questo che si è particolarmente insistito questo pomeriggio. Entro settembre sono attese novità per quanto riguarda l’Aia per Vado Ligure. Un passaggio importante per la vertenza, che in caso di parere favorevole da parte del Ministero dell’Ambiente potrebbe riaprirsi. Il Ministero dello Sviluppo Economico è pronto invece ad affrontare l’aspetto occupazionale della questione. A Civitavecchia non resta che aspettare e sperare, fermo restando che Tirreno Power anche oggi ha ribadito il piano relativo agli esuberi e dunque lo sblocco della vicenda di Vado Ligure non trasformerebbe improvvisamente il futuro da nero a roseo. Intanto domani a Palazzo del Pincio è in programma un incontro tra l’amministrazione comunale e l’azienda, un’occasione in più per affrontare la questione dei tagli e per capire se e come può essere coinvolta l’Enel per un’eventuale ricollocazione degli operai.

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo


DIBIAGIO


WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com