Tia. Identificati i super-evasori, Tidei: “Pronti anche a pubblicare i nomi”

5 Aprile 2013

TideiUna black list di 160 nomi è stata consegnata al sindaco Tidei dall’Assessore Venazi. Sono i “peggiori” contribuenti TIA, per lo più imprese ed attività commerciali, responsabili di ritardi nei pagamenti dal 2009 ad oggi per un totale di 2 milioni e 500 mila euro.

Rappresentano il 3 per cento dei contribuenti, ma da soli accumulano il 36 per cento del totale delle morosità tutte al di sopra dei 5 mila euro.

Contro di loro l’assessore Venanzi ha già disposto azioni di recupero attraverso un pool di avvocati locali. Ma non basta.

Sarà il Sindaco Tidei a scrivere con una lettera personale e strettamente riservata spiegando la gravità di questi comportamenti e i riflessi negativi che hanno sulla vita della comunità.

“Non è escluso – ha detto il Sindaco – che si arrivi alla pubblicazione dei nomi contenuti nella black list, perché non ritengo giusto che ci sia chi fa vacanze alle Maldive e chi arriva a stento alla fine del mese per pagare la Tia straordinaria”.

Oltre ai 160 della black-list, tra i quali non mancano i nomi di “insospettabili” sono oltre 5000 i civitavecchiesi in ritardo co n la Tia. Un migliaio sono imprese (partite iva) il resto è costituito da privati.

Un’altra grossa fetta di “evasione” , 2 milioni e mezzo in tutto, è racchiusa tra i 500 e i 2000 euro, 2500 contribuenti in tutto

Il resto, grossomodo altri 2500 hanno debiti esigui che cumulando gli anni dal 2009 al 2012 arrivano in media a 210 euro. 

“Per favorire il recupero ed aiutare questa evasione diffusa – commenta l’assessore alle finanze Giorgio Venanzi – adotteremo forme di rateizzazione fino ad un anno ed oltre ricorrendo al microcredito per il quale esistono già contatti con varie banche, mentre prosegue il lavoro di incrocio tra le basi dati per individuare l’altra forma di evasione, quella totale, che è senz’altro la più grave, verso la quale questa Amministrazione sta mettendo in campo una nuova serie di controlli a tappeto”.

Nel frattempo con una disposizione interna la ragioneria verificherà, prima di erogare qualsiasi forma di pagamento ad imprese, se sono in regola con la Tia.

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo


DIBIAGIO


WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com