Terminata la missione di Battilocchio in Kosovo

21 Dicembre 2013

Ha fatto ritorno in Italia la delegazione guidata da Alessandro Battilocchio che, in collaborazione con il Ministero della Difesa, del Ministero degli Esteri e dell’Ambasciata italiana a Pristina si è recata in Kosovo per incontri diplomatici ed iniziative umanitarie. Del gruppo hanno fatto parte amministratori locali del centro Italia e rappresentanti di Associazioni di volontariato, tra cui il Sindaco di Tolfa, Luigi Landi ed Alessandro Sebastiani, dell’Associazione “Venite e Vedrete” di Santa Marinella. La delegazione ufficiale, in accordo con il COI, ha utilizzato i posti disponibili del volo militare per i nostri soldati ed ha poi soggiornato presso le suore basiliane di Bec, da anni in contatto con Battilocchio. Importanti sono stati gli appuntamenti con l’Ambasciatore italiano, Andreas Ferrarese, con il neo Sindaco di Giakova, Mimosa Kusari, con il Vescovo del Kosovo, Dode Gjerji che hanno presentato problematiche ed opportunità di un Paese che tenta di normalizzarsi. Molto significativi inoltre gli incontri con il comandante generale delle forze Nato Kfor, Salvatore Farina, presso la base di Pristina e le visite ai nostri carabinieri impegnati nella Multinational Specialized Unit (MSU), a “Villaggio Italia” a Pec ed all’Aeroporto militare  “Amiko” di Giakova: la delegazione italiana ha espresso la gratitudine dell’Italia per l’impegno dei nostri ragazzi in questo teatro operativo. Ma il cuore della missione è stata l’azione umanitaria, resa possibile dalla straordinaria collaborazione di Unicef litorale nord, scuole, Parrocchie ed istituzioni locali che hanno organizzato raccolte di medicinali , vestiario e materiale scolastico. Gli aiuti sono stati consegnati presso le suore basiliane, presso le famiglie del villaggio sulla collina di Bec e all’orfanotrofio “11 ottobre” di Skopie. E’ stato inoltre avviato, con scambio di lettere e disegni, il rapporto di amicizia della scuola media di Bec con le scuole medie di Allumiere e Civitavecchia che entreranno ancora di più in contatto nei prossimi mesi. “Il neo Sindaco di Bech, Mimosa Kusari- ha affermato Battilocchio al rientro in Italia –  sarà in Italia a febbraio e visiterà anche  il nostro comprensorio: sarà un’occasione importante per rinsaldare il ponte di amicizia con il Kosovo. Ma voglio sottolineare che senza la collaborazione del territorio, assieme alla sinergia con i Ministeri italiani, queste iniziative sarebbero impossibili. Soprattutto la distribuzione nelle famiglie di medicinali generici e pediatrici, ha regalato molti sorrisi alle mamme che dovranno affrontare con le loro famiglie un inverno rigidissimo. Un grazie speciale alle suore di Bec, vere campionesse di umanità ed un pensiero a tutti i nostri ragazzi militari che, servendo il loro Paese, trascorreranno il Natale nei teatri operativi all’estero”, ha concluso Battilocchio.

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo


DIBIAGIO


WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com