“E’ venuto il momento di abbassare i toni e soprattutto  di evitare di alimentare una inconcludente polemica che annoia i cittadini e da ragione alla loro sfiducia nella politica. Il territorio chiede invece solo fatti e cioè che le cosi si muovano in concreto”, è quanto comunica, attraverso una nota ufficiale la società Acanthus.

Seconco Acanthus serve, “un confronto serio attraverso un tavolo costruttivo e chiarificatore  davanti ai rappresentanti della forza lavoro del territorio, quindi sindacati, associazioni di categoria e la lista dei lavoratori invalidi civili e di tutti i Sindaci dell’ interland,  coinvolti nel progetto”.

“Si impone, – prosegue la nota – una volta e per tutte, che si faccia chiara ed attendibile luce, davanti a tutti i soggetti aventi un concreto interesse all’iniziativa, sui profili urbanistici, ambientali, dell’occupazione e quindi dell’economia di questo progetto dell’alto Lazio”.

Secondo la società “Invece che alimentare polemiche, l’obiettivo deve essere quello di offrire, almeno attraverso la comunicazione,  concrete risposte alla cittadinanza, creare sviluppo, e soprattutto una tangibile risposta ricettiva per intercettare il massiccio afflusso turistico del porto di Civitavecchia che oggi è veicolato solo su Roma”.

“La sensazione – prosegue la nota – è che la gran parte delle polemiche da parte dell’amministrazione Comunale, origina dalla non conoscenza delle carte che riguardano l’iniziativa, circostanza da cui genera  non solo confusione ma quel che è più grave, un dannoso immobilismo del territorio.

Ci saremo aspettati dall’amministrazione Civitavecchiese,  una  corsia preferenziale  nei confronti di chi con i fatti,  e con proprie risorse finanziarie, vuole investire sul territorio.

E’ sconcertante invece, prendere atto che l’attenzione del Comune si è concentrata, in modo insensato ed illogico, solo sulle “faraoniche liquidazioni” degli imprenditori che hanno affossato il progetto per oltre venti anni.

Attendiamo ora  una convocazione ufficiale da  parte dei rappresentanti delle istituzioni coinvolte.

Acanthus, dal canto suo, conferma di essere pronta come sempre, ad iniziare il progetto ed affidare  gli appalti”.

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo
Quanto ti piace?

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com