Tennis. Svanisce il sogno play off dell’Aureliano

9 Aprile 2013

Svanisce all’ultimo set dei doppi contro il Villa Aurelia il sogno dell’Aureliano di raggiungere la qualificazione ai play della serie C. La giornata parte male con l’infortunio di Claudio Bosca. Le sconfitte arrivano da Andrea Oroni contro Pietro Angelini ora 2.4 ma ex 200 del mondo, e da Edoardo Guzzetti che incappa in una giornata no e perde contro Alessandro Balbi. Le vittorie sono di Flaio Cardoni contro PAssariello per 6-3 al terzo e l’impresa di Carlo Piaggio che annienta Galli 2.7 per 6-4 6-0. I doppi danno l’illusione della vittoria ma l’Aureliano cede 6-2 al terzo con la coppia Fiorucci-Oroni e 6-3 al terzo con Cardoni-Guzzetti. “Il bilancio della serie C di quest’anno – spiega il presidente Carlo Oroni – è molto positivo. Abbiamo lottato alla pari contro super club di Roma e soprattutto abbiamo riempito il circolo di via Montanucci di ragazzi genitori e appassionati con tifo da stadio come non se ne era mai visto. La serie C di quest’anno ci ha dato un grande Carlo Piaggio allievo-maestro dell’Aureliano che ha vinto con i seconda categoria e ci ha dato le basi per la squadra del prossimo anno quando potremo schierare insieme tutti i trasferiti. “L’obiettivo è nei prossimi 3 anni di poter schierare le leve della scuola tennis, puntiamo molto su Lorenzo Seoddi 32 under 18 e Andrea Viola 33 under 18, Manuele Corrao e Fabio Caniglia 42 under 14, Rene e Denis Hallemans 43 under 12 e speriamo che presto possano prendere il posto dei loro maestri”. Domenica prossima intanto inizia la D1 femminile con la maestra Shara Soffi e le allieve Eleonora Copponi 35 u16, Virginia Poggi 42 u14 e Lavinia Bollo 34 u14. Da segnalare la squadra di Pia Cup, i migliori bambini u8/9 del consorzio Roma 2 capitanata da Carlo Oroni con l’apporto della preparatrice atletica Sara Tosi (3 ragazzi sono tesserati Aureliano i fratelli Coppola e Claudia Loioli) sconfigge nella prima giornata del girone Latina per 20 a 16 e domenica prossima si giocherà la qualificazione ai campionati italiani a Napoli con Roma 3. “E’ un privilegio essere il capitano di questo team, sono 3 anni che ho l a possibilità di fare queste esperienza con il minitennis di altissimo livello e oltre i risultati riesco a portare idee e spunti per la nostra scuola che non a caso in questo momento con Lavinia Sofia Cacace 7 anni, Isabella Oroni 7 anni e Leonardo Mondello 6 anni ha 3 degli elementi più interessanti del panorama Laziale, adesso stiamo programmando investimenti anche sulle strutture che ci ospitano perché sentiamo che è fertile il terreno per avere finalmente un campione made in Aureliano ma forse considerato tutto anche 2”.

 

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo


DIBIAGIO


WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com