Tarquinia, un no scritto con il corpo per esprimere contrarietà al termovalorizzatore

2 Dicembre 2019

Tempo di lettura: < 1 minuti
image_pdfDownload in PDFimage_printStampa

TARQUINIA – Un no umano, scritto con il corpo, quello inscenato ieri mattina al polo logistico Conad, nella zona industriale di Tarquinia, per dire no all’inceneritore che la società A2A vorrebbe realizzare nell’area al confine con Civitavecchia.
Un no scritto con cinquanta persone in tuta bianca sdraiate a terra per una netta presa di posizione che vede allineati amministratori dei territori, politici di ogni colore e cittadini in una battaglia che non intende arretrare di un millimetro sulla questione rifiuti e sull’ipotesi termovalorizzatore, con i sindaci del comprensorio che hanno deciso di fare rete contro l’ennesimo attacco ambientale al territorio.

Fonte Civonline

image_pdfDownload in PDFimage_printStampa







Lascia un commento

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
© 2013 - 2020, TRIP-TV-2094 AGENZIA DI STAMPA - Tutti i diritti riservati. Vietata la riproduzione anche parziale dei contenuti senza citarne la fonte.
Registrazione presso il Tribunale di Civitavecchia n. 4/13 del 22/02/2013 | Direttore Responsabile: Barbara Fruch, Direttore Editoriale: Pietro Russo