“Zero interrogazioni, zero emendamenti, zero ordini del giorno o mozioni, zero proposte protocollate, solo una selva di inutili articoli sui giornali: questa la sintesi dell’attività amministrativa del consigliere del PdL, almeno così si firma, Manuel Catini. Come tutti sanno – spiega in una nota l’amministrazione dell’Università agraria di Tarquinia – Catini non può convocare il consiglio, ma può presentare, ai sensi dell’art.8 del regolamento proposte di deliberazione o chiedere la convocazione del consiglio ai sensi dell’art.13 raccogliendo le firme di un quinto dei consiglieri, se ci riesce. Attività delle quali a tutt’oggi non c’è traccia. Peraltro sono stati celebrati lo stesso numero di consigli dello scorso anno e preso lo stesso numero di delibere del 2012, a dimostrazione di una polemica gratuita e inutile. Nessuno rifugge dal confronto, anzi sulla vicenda Monte Romano è lui che ha chiesto, sempre e solo dai giornali, riunioni e incontri, salvo poi non presentarsi senza nemmeno avvisare. La maggioranza non è spaccata, tutt’altro lavora compatta per risolvere i problemi dell’Ente e dei cittadini. Per fortuna le persone non la pensano tutte come il consigliere Catini e non mancano apprezzamenti e ringraziamenti anche pubblici per l’operato dell’Università Agraria. Siamo lieti che il giovane oppositore riconosca che ci occupiamo di problemi importanti. Nessuna difficoltà a dare risposte, quelle che mancano sono le domande, almeno formali. Su certi temi, non scendiamo alla polemica giornalistica, amministrare è una cosa seria. Quando c’è un bando di gara aperto, polemiche come quelle di Catini sono non solo inopportune, ma anche dannose, pertanto lo invitiamo, come sempre, a evitare simili inutili esternazioni”.

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo
Quanto ti piace?

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com