Tarquinia. Il sindaco Mazzola: “L’acqua è potabile, l’emergenza non ci riguarda più”

14 Aprile 2013

«Leggiamo con stupore gli articoli di professori universitari che, sul problema dell’arsenico nell’acqua, danno soluzioni a tempo scaduto. Noi a Tarquinia le abbiamo già adottate. È inoltre preoccupante vedere come l’Istituto Superiore della Sanità comunichi le notizie in modo un po’ superficiale su una questione così importante, creando un gravissimo danno economico alla Tuscia». Lo afferma il sindaco Mauro Mazzola, che chiede più chiarezza. «Tarquinia è fuori dall’emergenza. – prosegue – L’acqua è potabile. Rispetta in pieno i parametri di legge, grazie a una maggiore captazione dai pozzi locali, in attesa del dearsenificatore i cui lavori sono partiti da settimane. È quindi inaccettabile non specificare i nomi delle cittadine coinvolti nello studio, generando confusione e, soprattutto, facendo un ingente danno economico al turismo».

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo


DIBIAGIO


WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com