Tarquinia, dal 13 febbraio acqua potabile nelle aree urbane a monte di via Aurelia Vecchia

12 Febbraio 2013

Tornerà potabile l’acqua anche nella parte alta del centro abitato, a monte di via Aurelia Vecchia. Il sindaco Mauro Mazzola firmerà, mercoledì 13 febbraio, la revoca dell’ordinanza di divieto. Le analisi effettuate dall’Arpa Lazio alla fine di gennaio hanno evidenziato concentrazioni di arsenico inferiori ai limiti previsti dalla legge. Il significativo risultato è stato ottenuto aumentando il prelievo dalle fonti locali. Tarquinia è tra le prime città della provincia di Viterbo a uscire dall’emergenza. Intanto, si è chiusa la gara d’appalto per il dearsenificatore. Per l’impianto saranno investiti 448 mila euro. I lavori  d’installazione inizieranno tra poche settimane. «Con le sole nostre forze e a dispetto di tanti, abbiamo raggiunto un obiettivo importantissimo. – afferma il primo cittadino – L’acqua di tutti nostri rubinetti sarà nuovamente potabile. Siamo tra i primi comuni a risolvere il problema, in attesa di realizzare il dearsenificatore. Noi ci occupiamo dei fatti, agli altri lasciamo le parole». Straordinario è stato l’impegno dell’Amministrazione che, in un solo mese, ha chiuso questa vicenda. Installati già lo scorso autunno due distributori pubblici, per far fronte all’emergenza fin dai primi giorni di gennaio ha attivato un servizio gratuito di autobotti per rifornire le attività ristorative e le imprese alimentari e ha messo in funzione dieci fontanelle sul territorio comunale. Sabato 19 gennaio, poi, la revoca del divieto per le aree urbane a valle di via Aurelia Vecchia.

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo


DIBIAGIO


WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com