TAJANI A TARQUINIA: POSTI ESAURITI E SALA PIENA

20 Aprile 2019
  • 3
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

TARQUINIA 20 APRILE 2019 – Tutto esaurito in via dell’Alberata alla Sede del Comitato elettorale di Gianni Moscherini, che per una serata si è colorata delle bandiere tricolore del simbolo di FORZA ITALIA.

In tanti hanno partecipato all’incontro con ANTONIO TAJANI, Presidente del Parlamento Europeo, nonché Vicepresidente di FI, venuto ad incontrare e sostenere l’amico Gianni Moscherini, Il Coordinatore locale di Forza Italia Manuel Catini, la lista Obiettivo Comune e tutte le altre forze politiche e civiche della coalizione messa in campo da Moscherini.

Il Presidente Tajani – ricordiamolo primo Presidente ‘eletto’ dallo stesso Parlamento europeo e candidato alle prossime elezioni Europee del 26 maggio per riconfermare il suo impegno istituzionale – ha ribadito la necessità di cambiare l’Europa bypassando i diktat dei tecnocrati di Francoforte, senza la necessità di cambiare i Trattati, ma dando più potere al Parlamento e alla sua possibilità di legiferare, ponendo come unico obiettivo del mandato parlamentare la centralità del cittadino europeo e la difesa dei sui diritti.

Intervenendo poi sulle necessità del territorio, e rimarcando le sue potenzialità inespresse, partendo dal Programma di governo di Moscherini, che evidenzia le decine di chilometri di spiagge abbandonate e il turismo ridotto al lumicino, ha ribadito la necessità, che sarà portata avanti a livello nazionale da FI, di sgravare dell’onere dei contributi previdenziali le imprese che assumono, onere che sarà posto in capo allo Stato (anziché il reddito di cittadinanza),in modo da combattere la piaga della disoccupazione. Stato che diventerà altresì garante con le banche di prestiti che i giovani potranno avere presso gli Istituti di Credito per avviare un’attività imprenditoriale.

Dunque, nelle prossime logiche di governo nazionale di Forza Italia, la priorità viene data al sostegno dei giovani, sia come dipendenti, che come piccoli imprenditori, e il territorio tarquiniese, con le sue innumerevoli potenzialità mai sfruttate, non potrà che beneficiarne.

Presenti anche i Parlamentari del collegio, il Senatore FRANCESCO BATTISTONI e il Deputato ALESSANDRO BATTILOCCHIO a sostenere Forza Italia e tutta la coalizione, entrambi impegnati costantemente a livello parlamentare con diverse iniziative legislative che spaziano dall’agricoltura al sociale, che presto faranno sentire i propri effetti nel nostro Territorio.

Importante, per Tarquinia, l’intervento di Manuel Catini, che per la prima volta ha voluto spiegare le ragioni dell’essersi schierato con Gianni Moscherini. “Non mi pento delle scelte passate, ma oggi dopo mesi di incontri e confronti ritengo Moscherini il candidato sindaco ideale da sostenere in queste elezioni. Siamo per qualcosa e non contro qualcuno, affronteremo con serenità questa campagna elettorale convinti che con la squadra “Obiettivo Comune” possiamo raggiungere ottimi risultati. Una coalizione ampia  che sta lavorando molto bene e una bella unione attorno al progetto del candidato Sindaco Gianni Moscherini”.

Infine, l’intervento del Candidato Moscherini, che ha voluto rimarcare la forza di uno schieramento composto da tante anime che stanno portando il loro contributo PER LA RINASCITA DI Tarquinia, lavorando in modo UNITO E COESO. Moscherini ha ricordato che solo due giorni prima la sala del Comitato era stracolma per l’arrivo del fondatore e Coordinatore di fratelli d’Italia GUIDO CROSETTO, a sostegno di ALBERTO RIGLIETTI, della lista di FDI e di tutta la COALIZIONE.

Approfittando della visita del Presidente del Parlamento europeo, Moscherini ha ribadito la necessità, di convogliare sul territorio i Fondi europei, e che se verrà eletto Sindaco, costituirà un Ufficio apposito per l’assistenza a quanti, agricoltori, imprenditori e liberi professionisti, vorranno accedere ai fondi.

Comitato elettorale

Gianni Moscherini Sindaco



ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER E GIORNALE ONLINE




  • 3
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 3
  •  
  •  
  •  
  •  
  •