podioélite

Sono stati oltre 300 gli atleti tra agonisti, amatori e semplici ciclo-escursionisti che hanno solcato, metro dopo metro, i sentieri e gli sterrati attorno Civitavecchia con la prima edizione della Granfondo Mtb Mare e Monti, valevole come sesta e penultima prova del circuito Maremma Tosco-Laziale. Varietà del percorso, bei panorami e tanta tecnica sono state la sintesi dell’indice di gradimento da parte dei biker verso la manifestazione targata Team B Mad e curata nel minimo dettaglio dagli instancabili organizzatori Vanessa Casati e Vladimiro Tarallo. Tanti gli sforzi messi in campo, ampiamente ripagati dalla partecipazione di tantissimi biker e ancora di più dai loro feedback positivi senza dimenticare l’appoggio delle istituzioni con in testa l’amministrazione comunale di Civitavecchia (del sindaco Pietro Tidei), Tolfa, Allumiere e Santa Marinella unitamente alla Protezione Civile di Civitavecchia, Tolfa, Allumiere e Santa Marinella ovvero i territori cui si svilupperà la gara con la più ampia collaborazione offerta dallo staff della Super Enduro Monti della Tolfa (in data 7-8 settembre) coordinato dall’ex professionista Luigi Sestili. In campo maschile, terza importante vittoria assoluta consecutiva per l’élite Davide Di Marco (Race Mountain Professional Team) che, dopo il cross country nazionale di Belmonte Piceno nelle Marche e quello nazionale di Serrastretta in Calabria, ha conquistato il tris a Civitavecchia. Il suo successo è stato frutto di un lungo monologo iniziato nella prima salita dopo la partenza, sulla quale era riuscito a staccare tutti gli avversari con l’élite sport Giovanni Gatti (Mtb Santa Marinella-Cicli Montanini), l’élite Angelo Mirtelli (Ciociaria Bike), il master 2 Emiliano Dominici (Ciclotech-Mtb Runners), il master 1 Angelo Guiducci (Extreme Bike), l’élite sport Rocco Cavaliere (Drake Team Nw Sport) e il master 2 Vladimiro Tarallo (Team B Mad). Sul traguardo finale di Civitavecchia del Lungomare della Marina, ai piedi della celebre statua denominata “il bacio del mare”, il biker GF Mare e Monti Mtb 2013   Davide Di Marco in azionemarchigiano arrivava a braccia alzate precedendo di 3’37” Gatti e di 5’50” Mirtelli. A completare la bella giornata per il Race Mountain Professional Team l’ennesima vittoria di categoria juniores di Eros Capati con all’attivo un’ottima 11° posizione assoluta e primo di categoria. Alle spalle di Capati, da segnalare tuttavia l’eccellente prova di Matteo Mandatori (Nw Sport Cicli Conte Fans Bike), uno dei favoriti alla partenza, che non è riuscito a tener testa al portacolori nero-arancio del Race Mountain mentre per i colori della Firefox Team Amaseno hanno chiuso in terza e quarta posizione nell’ordine Samuele Giuseri e Davide De Prosperis. Tra le donne successo annunciato, della pluricampionessa italiana di ciclocross Vania Rossi (Centro Sportivo Esercito) mettendo in scena una prova di forza complice anche il forfait di Nina Gulino (Team Bike Ragusa) per problemi meccanici. Alle sue spalle non è stata da meno la recente vincitrice della Granfondo Monte Soratte Vanessa Buzzanca (VIII Legione Romana) tra le master donna 2 con Violetta Menichini (Team B Mad) al terzo posto in qualità di miglior rappresentante della categoria master donna 1. Tra gli altri corridori master che sono stati protagonisti dominando e conquistando il successo nelle proprie categorie: Gatti tra gli élite sport, Guiducci tra i master 1, Dominici tra i master 2, Luca Chiodi (Centro Italia Bike Montanini) tra i master 3, Riccardo Fabianelli (Red White) tra i master 4, Lorenzo Borgi (Asd Mtb Santa Marinella Cicli Montanini) tra i master 5, Mauro Pollazzi (Marathon Bike Grosseto) tra i master 6, Giuseppe Briano (Team Bike Lab Asd) tra i master 7+ e Matteo Piacentini (Asd Club Valmontone) tra i master junior. Ad assistere alla gara è giunta molta gente con tanti turisti vacanzieri incuriositi dal lungo girovagare di biciclette: il tracciato si è rivelato altamente spettacolare ma allo stesso tempo era il doveroso modo per tenere vivo il ricordo del compianto biker di Civitavecchia Paolo Casadio scomparso prematuramente nel mese di febbraio scorso, un assiduo praticante del percorso di gara nei suoi tradizionali allenamenti quando era in vita. Lo spettacolo più bello della Granfondo Mtb Mare e Monti lo ha offerto senza dubbio la Baby Bike-Tutti in Bici, manifestazione promozionale riservata ai bambini dai 3 ai 13 anni che ha avuto luogo la vigilia della gara nel Piazzale della Marina. Oltre una settantina i bambini partecipanti: in prima fila la neonata Scuola B-Mad Civitavecchia con le matricole Leonardo Ingrosso, Giordano Gigli, Sara e Andrea Tarallo; tra gli ospiti anche il piccolo Alberto figlio di Vania Rossi, Matteo Casadio figlio del compianto Paolo come simpatica mascotte dell’evento, la promettente Gaia Giampietri e tanti altri baby ciclisti alle prime armi con le pedalate con o senza rotelle. Premiazioni per tutti i bambini accompagnate da un piacevole e abbondante buffet di ringraziamento con la pizza a volontà offerta da Mastro Titta Pizzeria. Gradita sorpresa, la visita del sindaco Pietro Tidei che si è voluto complimentare di persona con i piccoli atleti per il loro entusiasmo e le rispettive famiglie che hanno sostenuto con calore questa iniziativa con l’augurio che sia la prima di una lunga serie oltre ad esprimere immensa gratitudine agli organizzatori. “Abbiamo voluto sposare subito questa iniziativa d’intesa con il Team B Mad – ha precisato Stefano Giannini, delegato comunale alle politiche giovanili – e non abbiamo detto di no perché ben vengano manifestazioni di questo tipo per rendere ancor più viva la realtà sportiva di Civitavecchia”. “Ho impegnato tutta me stessa per la riuscita della manifestazione – ha dichiarato invece soddisfatta l’organizzatrice Vanessa Casati – senza file al ritiro dei pacchi gara e al pasta party. I servizi sono stati davvero all’altezza con docce calde, 6 ristori con acqua, salì e bottigliette, 85 persone dislocate lungo i chilometri del percorso e 5 ambulanze. la festa dei bambini con il Baby Bike-Tutti in BiciNonostante l’inconveniente dell’errore di percorso capitato a qualcuno, dagli errori si fa tesoro per le prossime edizioni. Quest’anno siete stati davvero tantissimi e voglio che lo siate ancora di più anche il prossimo anno perché quando ci si mette la passione, tutto volge per il meglio. Grazie a chi come me e mio marito Vladimiro Tarallo, ha creduto in questo progetto. Grazie a chi ha messo cuore e anima, grazie a chi è stato al ristoro servendo 700 coperti se non di più, grazie a chi si è messo a nostra completa disposizione con la pizza offerta da Mastro Titta che i bambini hanno degustato, il catering di Guido Coccioloni, la Protezione Civile di Valentino Arillo, la Croce Rossa Italiana, il servizio medico a cura di Massimiliano Golisano, la Polizia Locale del comandante Leonardo Rotondi, il Commissariato di Polizia e le persone che hanno detto sì al nostro progetto come il sindaco Pietro Tidei, il consigliere comunale Patrizio De Felici e il delegato alle politiche giovanili Stefano Giannini”.

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo
Quanto ti piace?

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com