spazio pensilina viterbo

Spazio Pensilina. Juppiter, AAA cercasi narratori

26 Settembre 2017
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Tutte le voci del racconto. Il 4 ottobre, dalle ore 15, allo Spazio Pensilina a Viterbo, per “Fragile – Maneggiare col Cuore”.

Tutte le voci del racconto, tra letture di testi originali e brani sul tema delle pari opportunità. Sono le audizioni per i narratori che si terranno il 4 ottobre, dalle ore 15, allo Spazio Pensilina di Viterbo, per “Fragile – Maneggiare col Cuore”,  lo spettacolo di punta del progetto “Crescere alla pari” presentato dagli IC “Vanni” e “Grandori” di Viterbo, dall’IISS “Cardarelli” di Tarquinia, con diversi enti tra i quali il Comune di Viterbo, il Distretto dell’Etruria Meridionale, associazione Juppiter, Fondazione Exodus, associazione clown di corsia Goji Vip, e finanziato dalla presidenza del Consiglio dei ministri – Dipartimento Pari Opportunità. «Il racconto è una forma di creatività ed espressione che vive e si rinnova ogni giorno tra le persone. – afferma Antonello Ricci, narratore della Banda del Racconto, che seguirà le audizioni – Leggeremo. Dialogheremo. Ci confronteremo. Per tirare fuori il meglio di sé e veicolare messaggi positivi. Il mio invito a partecipare è rivolto a tutti, senza nessuna distinzione di sorta. Saremo insieme per una bella esperienza che coniugherà passione per la parola e sensibilità su temi di grande importanza come la violenza sulle donne, l’omofobia, l’immigrazione, la disabilità e il bullismo». Per informazioni è possibile chiamare al 333-8143943 o visitare la pagina facebook “Fragile – Maneggiare col Cuore”.

 





  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
© 2013 - 2019, TRIP-TV-2094 AGENZIA DI STAMPA - Tutti i diritti riservati. Vietata la riproduzione anche parziale dei contenuti senza citarne la fonte.
Registrazione presso il Tribunale di Civitavecchia n. 4/13 del 22/02/2013 | Direttore Responsabile: Barbara Fruch, Direttore Editoriale: Pietro Russo