comune

Importante e di peso. Cosi’ Cgil, Cisl e Uil definiscono il protocollo d’intesa sottoscritto questo pomeriggio a Palazzo del Pincio col sindaco Cozzolino, che, secondo le organizzazioni sindacali, contiene una approfondita analisi della situazione di grave difficoltà che segna il lavoro nel territorio. Muovendo da tale analisi, le parti hanno ritenuto essenziale condividere l’impegno per una straordinaria azione volta alla salvaguardia dell’occupazione in essere; alla ricollocazione dei tanti e delle tante che hanno perso il lavoro e che stanno – nella stragrande maggioranza dei casi – esaurendo i periodi di utilizzo di “ammortizzatori sociali”; al possibile rilancio economico e allo sviluppo.

“Un’azione – si legge nella nota diffusa dalle tre organizzazioni sindacali – che l’amministrazione di Civitavecchia può e deve svolgere nella dimensione cittadina e come “capofila” di quel Tavolo per il Lavoro, già istituito e recentemente riconfermato, che vede la presenza di tanti altri comuni e distretti, con la conseguente possibilità di elaborare un progetto per lo sviluppo e l’occupazione in grado di interpretare, integrare e valorizzare le esigenze e le potenzialità di un largo territorio nel quale (a partire dal ruolo del porto e del polo energetico) Civitavecchia può esercitare la funzione di “locomotiva trainante”. In ragione di tali obiettivi le parti hanno condiviso l’istituzione di un Osservatorio permanente sul e per il lavoro e di una Task Force finalizzata ad affrontare tutte le più grandi e gravi emergenze e crisi del lavoro nel territorio. Amministrazione comunale di Civitavecchia e CGIL CISL UIL territoriali, inoltre (nel condividere un “confronto sociale” permanente sui temi dell’occupazione e del lavoro nel territorio, in tutti i suoi aspetti e nelle tante situazioni, al di là delle specifiche vertenze che di volta in volta vedono impegnate le singole categorie) si sono date – come reciproco affidamento – l’impegno a condividere, entro la fine dell’anno in corso, un organico Protocollo per corrette e proficue relazioni sindacali”.

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo
Quanto ti piace?

This will close in 16 seconds

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
0