Solidarietà, dal “Galilei” medicine per i bambini del Kosovo

28 Ottobre 2013

Ha suscitato un grande interesse nei ragazzi delle classi terze del Liceo Scientifico “Galilei” l’iniziativa promossa da Pina Tarantino, referente Unicef Roma Nord, per parlare di diverse azioni internazionali a difesa dei diritti dell’infanzia. Oltre alla Tarantino, era presente Alessandro Battilocchio, che da anni porta avanti interventi di cooperazione e solidarietà internazionale, in collaborazione con il Ministero degli Esteri e della Difesa. A fare gli onori di casa, la Dirigente Maria Zeno, che nel ringraziare gli ospiti ha sottolineato l’importanza di dedicare attenzione a tutte le realtà che stanno in difficoltà ed ha confermato la disponibilità dello Scientifico a partecipare attivamente ad iniziative che vanno in tale direzione. Pina Tarantino ha poi presentato alcune delle campagne che l’Unicef sta portando avanti sia in Italia che nel mondo, auspicando una sempre maggiore collaborazione con gli studenti e gli insegnanti. Infine Alessandro Battilocchio ha presentato, attraverso foto ed un toccante video, la sua ultima missione in Kosovo, presso la base militare di Pech: in quella occasione vennero portati aiuti (medicinali, vestiario e materiale scolastico)in tre strutture che ospitano minori senza famiglia o in situazioni di disagio. Proprio in Kosovo Battilocchio tornerà con una delegazione ufficiale nel mese di Dicembre, per visitare il contingente militare internazionale e continuare a seguire i progetti di solidarietà in corso, in particolare a Klina (Caritas Umbria), Bech (Suore Basiliane) e Kotlina. I ragazzi hanno poi rivolto domande ed esposto alcune loro emozioni: insieme hanno deciso di promuovere nella scuola una raccolta di medicinali generici (in primis pediatrici) che saranno consegnati direttamente alle famiglie kosovare. I docenti hanno chiesto alla Tarantino ed a Battilocchio di tornare nel mese di Novembre per incontrare anche le altri classi dell’Istituto. Alcuni ragazzi hanno anche espresso la volontà di partecipare, nel periodo estivo, ad esperienze di solidarietà  in Paesi in via di sviluppo e potranno iniziare un percorso per essere inseriti in progetti di volontariato internazionale.

“Vedere ragazzi così attenti e desiderosi di dare una mano ci riempie di soddisfazione e ci dà una grande spinta per proseguire la nostra azione, nel mondo come nei quartieri delle nostre città. Un ringraziamento va alla Preside Maria Zeno ed agli insegnanti che hanno risposto in maniera entusiasta al nostro appello”, hanno dichiarato Alessandro Battilocchio e Pina Tarantino al termine dell’incontro.

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo


DIBIAGIO


WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com