Sinistra Ecologia e Libertà risponde al Movimento 5 Stelle.

“Non ci sorprende il comunicato del cosiddetto m5s contro il nostro partito che orgogliosamente chiamiamo Sinistra Ecologia Libertà. Ancora non si sono ripresi dal maggio 2012 quando, a causa del loro analfabetismo politico, non elessero neanche un consigliere comunale mentre, in tutta Italia, navigavano col vento in poppa. Ad ogni stormir di foglia nell’amministrazione sperano che la Giunta comunale caschi e che per loro si presenti una seconda occasione. Poiché non saranno certo loro, con la loro “intransigente”opposizione, sperano che l’occasione gliela fornisca qualcun altro, nella fattispecie noi di Sel. Per questo sono così acrimoniosi e insultanti. Nel merito non rispondiamo a questo partito, semi-clandestino in città, che ogni tanto emette un comunicato e poi ritorna in clandestinità. Rispondiamo ai cittadini civitavecchiesi, perchè siamo stati accusati di cose non leggere. Il ruolo di Sel nell’amministrazione è positivo e progressista. Su HCS, nonostante il disastro finanziario, organizzativo, e nella qualità dei servizi creato dalla giunta Moscherini, non è stato licenziato nessuno, non un posto di lavoro è stato perso. Certo i 5s avrebbero risolto tutto con la mannaia, loro non sono mica di sinistra! Sull’ Aia, consideriamo il discorso ancora aperto, ne abbiamo chiesto la riapertura e, siccome facciamo politica, cerchiamo di costruire, fuori e dentro il palazzo, le alleanze per raggiungere l’obiettivo. Del resto, sempre in tema ambientale, per un intero anno abbiamo combattuto per l’istituzione del registro tumori e per il cambio dei vertici dell’Osservatorio Ambientale: i risultati stanno arrivando. I singoli dirigenti e i militanti del nostro partito ( SEL ancora non esisteva) hanno una lunga storia di difesa dell’ambiente e di lotta contro l’inquinamento , sono stati e sono in prima linea contro il carbone. Ai cosiddetti 5s , invece, la lotta contro l’inquinamento interessa poco, trovano preminente insultare l’unico partito presente in consiglio comunale che abbia detto parole chiare contro l’AIA. Invece a questi nuovi Savonarola, moralizzatori del niente, i cittadini civitavecchiesi dovrebbero chiedere conto del perchè non hanno votato, in consiglio regionale, affinché la   Concordia venisse smantellata a Civitavecchia , creando qualche opportunità di lavoro per i nostri disoccupati. Loro hanno tanto a cuore la libertà che è bastato un diktat del padre-padrone Grillo per obbedire e indirizzare a Palermo la costa Concordia. Non si sono neanche accorti che Grillo li aveva fregati a favore del feudo grillista in Sicilia. Al cosiddetto movimento cinque stelle che usa distorcere, infantilmente, il nome degli avversari politici per negar loro umanità, rispetto, riconoscimento, diciamo che hanno scelto un nome impegnativo a chiamarsi “cinque stelle”perché loro non sono neanche una bettola , ma comunque sufficiente per alloggiare tutti gli integralisti cattolici, gli ex craxiani, i forza-italioti, gli ex movimento sociale, di cui si compone il partito di Grillo a Civitavecchia, compreso qualche pentito di sinistra che come tutti i pentiti si accanisce contro gli ex compagni”.

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo
Quanto ti piace?

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com