Riceviamo e pubblichiamo dalla segreteria di Sinistra Ecologia e Libertà.

“Nel prendere atto di quanto correttamente affermato dal liquidatore di Argo in merito alla insufficienza di parcheggi blu e nel ribadire che il numero di stalli deriva dal Piano Urbano dei Parcheggi (Pup) approntato dalla precedente Giunta, che a nostro avviso deve essere rivisto, l’intervento del dott. Romano ci fornisce comunque lo spunto per ribadire che nei due punti “sensibili “ della città, Ospedale e Tribunale, mai ci saranno parcheggi completamente a pagamento.

Lo abbiamo affermato più volte e lo ha detto chiaramente il nostro assessore Serpente, il quale sta predisponendo le necessarie modifiche al Pup, che sarà inserito, insieme alla viabilità, nel contesto più generale di Piano della Mobilità.

Inoltre, molti parcheggi a pagamento potranno essere reperiti sulla trincea ferroviaria, nel momento in cui il mercato avrà visto concluso definitivamente il suo iter, che tutti auspichiamo avvenga al più presto.

Il progetto dunque già esiste, ed è lo stesso che non contempla il parcheggio sotterraneo alla Marina, perché, oltre ad essere impattante dal punto di vista ambientale, tende a portare il traffico all’interno della città, quando invece è necessario liberarla attraverso l’incentivo all’uso dei mezzi pubblici. Spiace quindi apprendere che all’Italy Real Expo di Milano il Sindaco abbia inserito anche il parcheggio della Marina fra i progetti essenziali per la città, siamo e restiamo contrari a quest’opera, al pari di altre forze politiche della maggioranza e di realtà sociali cittadine.

Fra le parole del dott. Romano cogliamo invece con piacere un elemento positivo, che ci piace evidenziare, ossia quando parla delle grandi potenzialità dell’azienda del Trasporto pubblico locale che può tornare ad essere efficiente con pochi e mirati aggiustamenti, come peraltro già da sempre sostenuto dall’assessore Serpente che ha il polso della situazione. Il rilancio del Trasporto Pubblico Locale dipende dall’applicazione di una diversa filosofia che miri a valorizzare l’idea di mobilità sostenibile, attagliandola al cittadino – pedone prima che al concetto di viabilità e privilegiando il mezzo pubblico anziché l’auto privata, al fine di rendere così la città più vivibile e a misura di cittadino. E’ in tale contesto che Argo può tornare ad avere il ruolo strategico che merita”.

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo
Quanto ti piace?

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com