TideiRicorrere alla querela non basterà per coprire i gravi fatti accaduti all’Authority e denunciati dal consigliere Pietro Tidei fin dal febbraio 2014 (assunzioni senza concorso  ed incarichi con curriculum  improbabili a parenti, figli di notabili giornalisti, ex magistrati).
Si tratta in sostanza delle stesse circostanze contenute nei rilievi dell’Ispezione del Mef e contestate dall’ Ispettore Capo del Ministero delle Finanze al presidente dell’Authority, anche dopo le sue controdeduzioni.
La Segreteria del PD si augura per questo che quanto prima entrambe le relazioni vengano acquisite agli atti del procedimento.
La querela tende invece a mischiare questi fatti – che quelli sono e quelli restano – con i toni usati da Tidei, particolarmente accesi in una campagna elettorale infuocata ed in pieno svolgimento.
La Segreteria del PD di Civitavecchia esprime, dunque, solidarietà al Consigliere Tidei e al tempo stesso rinnova la sua fiducia nel lavoro della magistratura.
In conclusione non si può fare a meno di notare come la notizia giunga in un momento in cui l’Autorità portuale è sotto rinnovo e nel pieno della campagna mediatica dai toni vittimistici e davvero poco credibili orchestrata dall’attuale Presidente

 

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo
Quanto ti piace?

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com