Scuola calcio: Manlio De Rosa è il nuovo Direttore Sportivo

2 Luglio 2018
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Manlio De Rosa è il nuovo Direttore Sportivo della Scuola Calcio “Manuele Blasi”. Affiancherà Pino De Fazi, nella parte organizzativa, e Piero Forcella, nella parte tecnica, in questa crescita basata solo sull’educazione calcistica e il divertimento. Dal 6 al 10 luglio al Fattori si svolgerà “Giocare in Compagnia”.  L’invito è aperto a tutti i bambini che, suddivisi in fasce d’età nel prospetto che troverete sotto, giocheranno semplicemente al calcio nel divertimento che questo sport concede. 

L’Asd CPC2005 calcio è lieta di accogliere tra le sue fila Manlio De Rosa, a lui viene affidato il ruolo di Direttore Sportivo della Scuola Calcio. Figura fondamentale per la crescita del settore che riteniamo leva della società, dove la preparazione degli educatori è la priorità per il futuro cosi come la valenza delle figure cardini all’apice dello stesso movimento. Manlio affiancherà alla direzione Pino De Fazi e Piero Forcella, persone che negli anni hanno contribuito pesantemente allo sviluppo organizzativo e tecnico, dove come sempre non parleranno i numeri o la bravura dei bambini, ma, solo i sorrisi dei partecipanti alla fine di ogni evento. Col tempo verranno organizzate manifestazioni con le squadre professioniste, momenti di gioco dove confrontarsi con le realtà più blasonate che faranno indubbiamente crescere i nostri piccoli atleti. Nei prossimi giorni saranno resi noti i nomi degli educatori delle varie fasce d’età.

“Oggi inizio una nuova stagione calcistica con una nuova società -dichiara Manlio De Rosa-. Chi mi conosce sa bene come la penso a riguardo, è prioritario che tutti i bambini siano uguali, dal più preparato al meno preparato. Non sono numeri sulle maglie dati in base alla bravura ne si vedranno fare selezioni per i relativi campionati o tornei che affronteremo. Per le cernite  a tal senso  ci sono le giovanili. Finché si è nella scuola calcio vanno trattati tutti allo stesso modo, indistintamente. Ho visto in questi anni fare selezione per bambini di 7/8 anni, e questo non l’ho mai accettato. A me piace il calcio fatto di principi, di rispetto e soprattutto di divertimento. L’unica cosa che accetto sono i gruppi di lavoro separati, ma poi i bambini vanno trattati tutti allo stesso modo e dal primo all’ultimo  devono fare la stessa quantità di allenamenti e di partite. Qui ho trovato quello che cercavo, i miei pensieri sono della società e di come si intende il calcio a questa età: non esiste primo e secondo gruppo. E’ fondamentale che i genitori facciano la loro parte, non si vincono trofei internazionali a questa età, ma si fa in modo che i bambini si educhino e si divertano alla stessa maniera. La vittoria più grande è veder migliorare i propri figli e mai a scapito di un avversario o di un “compagnetto” di gioco.
Non c’è cosa migliore a livello calcistico di essere “ approdato” in una società con le mie stesse idee.”

Nei prossimi giorni presso lo stadio Fattori, con le date e gli orari che troverete nel prospetto sottostante, giocheremo un po’ tra di noi nell’evento dal nome “Giocare in Compagni”. Sono invitati tutti i bimbi, accompagnati dai genitori,  che già fanno parte di queste categorie con la maglia rosso portuale della scuola calcio “Manuele Blasi”, e tutti quei genitori che vorranno portare i loro figli a conoscerci, anzi solamnete a giocare.

Il 06/07 anno 2006/07 ore 18,00
Il 09/07 anno 2009 ore 18,00
Il 09/07 anno 2008 ore 19,00
Il 10/07 anno 2011 ore 18,00
Il 10/07 anno 2010 ore 19,00
Il 11/07 anno 2012 ore 18,00
Il 11/07 anno 2013 ore 19,00


Iscriviti per ricevere il Giornale Online sulla tua Email, è GRATIS!!!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

© 2013 - 2019, TRIP-TV-2094 AGENZIA DI STAMPA - Tutti i diritti riservati. Vietata la riproduzione anche parziale dei contenuti senza citarne la fonte.
Registrazione presso il Tribunale di Civitavecchia n. 4/13 del 22/02/2013 | Direttore Responsabile: Barbara Fruch, Direttore Editoriale: Pietro Russo