Scilipoti (Onda Popolare), colpire a morte il commercio: questo il primo atto della nuova amministrazione

19 Settembre 2019
  • 14
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Patrizio Scilipoti: Il primo vero atto politico-amministrativo dell’amministrazione di centro destra è quello di voler colpire a morte il commercio locale ed il mercato

Non sono neanche passati 100 giorni dall’insediamento della nuova amministrazione, che già viene smascherata la prima grande falsa promessa elettorale.
Onda Popolare è stata sempre contraria al polo commerciale di Fiumaretta. Lo eravamo quando governava Cozzolino e lo siamo ancora ora oggi che governa la nuova amministrazione di centro destra che mostra purtroppo il suo vero volto.
La scelta di confermare il progetto “di morte del commercio locale” è uno scempio e una grave mancanza di rispetto alla Città ed al popolo civitavecchiese. Un atto politico questo, di una gravità inaudita e di imperdonabile scarsezza nella programmazione degli assetti strategici del territorio, capacità che dovrebbe invece essere utilizzata, se posseduta, per tutelare il bene comune e quello maggiormente diffuso, con la ricerca delle soluzioni migliori utili ad integrare le esigenze di Civitavecchia, dei suoi cittadini e per questo degli operatori economici che la animano
Un’ amministrazione seria avrebbe dovuto mantenere fede alle promesse fatte alle centinaia di commercianti, che ingenuamente hanno creduto ai tanti, troppi pseudo esperti, o meglio “stregoni” del commercio candidati con la Lega e con il centro destra.
Un’amministrazione seria avrebbe dovuto, secondo noi, iniziare immediatamente un iter costruttivo con l’Autorità di Sistema Portuale per addivenire alla cessione verso quest’ultima dell’area in oggetto. Cessione che sarebbe servita a far respirare le casse comunali e che soprattutto avrebbe avuto un logica nei progetti di sviluppo della Città e del Porto.
Quell’area infatti è, naturalmente predisposta ai servizi dei traffici portuali e non certo per creare un “mostro” che andrà a distruggere il commercio locale.
Commercio locale che ora dovrà lottare, non solo contro una crisi economica che non da tregua, ma anche e soprattutto contro le false promesse e la miopia politica di questa amministrazione.
Noi di Onda Popolare, eravamo ben coscienti di ciò che andavamo dicendo in campagna elettorale e di certo ci siamo ben guardati, perché non è nel nostro dna, fare false promesse infarcite da tanti selfie o post sui social network.
La verità, inconfutabile, è che il primo e vero atto politico-amministrativo della Lega e del centro destra locale è stato quello di affossare forse mortalmente il commercio cittadino, compreso lo storico mercato, di Piazza Regina Margherita. Il resto sono chiacchere e selfie, come di loro abitudine.
Per questo, facciamo appello a tutti i commercianti che apprendendo di questa infausta notizia si sentiranno persi e arrabbiati. Noi di Onda Popolare, con il nostro Consigliere Scilipoti, auspicando fronte comune a difesa della Citta’, cercheremo di scongiurare ogni azione amministrativa controcorrente rispetto al bene della Citta’ e di chi la anima economicamente e cercheremo da subito di difendere questa esigenza in tutte le opportune sedi istituzionali. Per questo, siamo disponibili fin d’ora ad organizzare incontri ed azioni volte alla salvaguardia del commercio, dell’economia cittadina che così come progettato, sarebbe ancora una volta “derubata” delle sue potenzialita’ e funzioni a favore di una Citta’ che rischia davvero di essere ancora piu’ “triste”.

Onda Popolare – patrizio Scilipot , Consigliere Comunale ‘Associazione

Link di riferimento: https://ondapopolare.net/2019/09/19/colpire-a-morte-il-commercio-questo-il-primo-atto-della-nuova-amministrazione/





  • 14
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 14
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

© 2013 - 2019, TRIP-TV-2094 AGENZIA DI STAMPA - Tutti i diritti riservati. Vietata la riproduzione anche parziale dei contenuti senza citarne la fonte.
Registrazione presso il Tribunale di Civitavecchia n. 4/13 del 22/02/2013 | Direttore Responsabile: Barbara Fruch, Direttore Editoriale: Pietro Russo