Dal Circolo PD “Carlo Benci” Santa Marinella – Santa Severa, riceviamo e pubblichiamo.      

“Mentre l’Amministrazione, ogni giorno, ci prospetta progetti faraonici, la città muore. E’ da diversi mesi che spuntano “idee geniali”: la Piazza Centrale, l’allargamento del sottopasso di via Valdambrini, la nuova sede Comunale, ecc. ecc., invece la vita quotidiana dei cittadini di S. Marinella si imbatte in tutt’altra realtà.

Quelle poche cose che sono in cantiere rimangono al palo, la città sempre di più sta sprofondando verso un livello d’invivibilità divenuto insopportabile, ma il fatto più preoccupante è che tutti noi ci stiamo adattando a questo state di cose.

I nostri Amministratori dovrebbero avere bene in mente l’elenco delle priorità strutturali che servirebbero al rilancio economico e culturale della città, invece, pensando che sia stato sufficiente essere eletti per aver assolto il loro mandato, ignavi di quello che sta succedendo, brillano per la loro assenza.

Il PD di S. Marinella – S. Severa denuncia con forza questo status all’opinione pubblica, chiedendo a tutti i cittadini una presa di coscienza, al di là dell’appartenenza politica.

La viabilità è un elemento centrale per il funzionamento della città; mai, come in questo periodo, le nostre strade evidenziano cedimenti allarmanti, il rifacimento, parziale, di alcune di esse, sbandierato mesi addietro dal Delegato alla viabilità, si è rilevato un fallimento, le toppe stanno saltando (vedi via Valdambrini all’altezza della pinetina), lavori pagati e sfumati nel nulla.

L’approssimarsi della stagione estiva ci fa vedere il solito film, i marciapiedi del centro sono impraticabili, aiuole inesistenti e quelle residuali piene di erbacce, strade sporche a causa di un abbandono totale della pulizia periodica; le solite palme morte che, spettrali, come anonimi obelischi, minano la sicurezza dei cittadini; il muro di sostegno nel parcheggio sottostante la stazione ferroviaria, dopo un anno di transennamento si è stancato ed è crollato definitivamente, adesso è in attesa che qualcuno raccolga i calcinacci: questi pochi esempi sono la testimonianza della sciatteria dei nostri Amministratori.

Le risorse derivanti dal reddito della spiaggia centrale e della piscina Comunale sono svanite in situazioni oscure, non è dato di sapere cosa esattamente sta succedendo su questi due capitoli della “cosa pubblica”.

I plessi scolastici evidenziano problemi di tenuta strutturale. Una scuola “pubblica” accogliente e funzionale è la base per facilitare lo studio e la cultura personale mentre le difficoltà ambientali della stessa rallentano e spesso vanificano l’impegno dei nostri figli. Si è mai chiesto l’Assessore Cuciniello, che ferita perenne si potrebbe creare nella psicologia dei ragazzi a causa di questa inefficienza delle strutture scolastiche?

Una città, che principalmente dovrebbe sfruttare le risorse derivanti dal turismo, ancora non si è dotata di liberi accessi al mare funzionanti, i pochi che resistono sono il più delle volte discariche a cielo aperto, mentre, oltre che renderli accessibili, dovrebbero essere segnalati nella cartellonistica turistica e prevedere delle navette per permettere ai tanti turisti giornalieri di “scegliere” S. Marinella come un luogo da “vivere”, invece, la mancata attenzione da parte del Delegato al turismo ci fa immaginare la solita stagione di “bancarelle”.

Il PD di S. Marinella – S. Severa continuerà nel suo incalzare l’attuale Amministrazione e a sensibilizzare i cittadini alla partecipazione sociale e politica alla vita della città”.

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo
Quanto ti piace?

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com