Il Capogruppo di Maggioranza Marco Maggi, interviene in merito alla vicenda che ha interessato il Sindaco Bacheca ed in replica al segretario Pd Aldo Carletti.

“E’ purtroppo normale e politicamente inevitabile – afferma Maggi – che un “avviso di garanzia” inviato ad un Sindaco possa scatenare ogni tipo di reazione, più o meno strumentale. Detto ciò, viene anche il momento di dire basta e di collocare questa vicenda nel suo giusto ambito di confronto politico-amministrativo e continuare altresì a lavorare e ad impegnare le nostre forze soprattutto per il progresso della nostra città.

Sotto l’aspetto amministrativo, il nostro Sindaco ha compiuto un atto a favore di un bene comune a tutti noi, la Protezione Civile, che dopo tanta precarietà ha finalmente trovato una collocazione dignitosa come merita. Se questo modo di operare può aver contrastato con le leggi vigenti non spetta a noi valutare, ma sarà l’indagine in atto a stabilire le  eventuali responsabilità, che sono convito il Sindaco Bacheca chiarirà.

Per quanto riguarda l’aspetto politico della vicenda, mi ha molto sorpreso l’esternazione del segretario del Partito Democratico, il quale ha volutamente accomunato e confuso l’episodio accaduto a suo tempo all’Assessore Marongiu con l’attuale vicenda di Bacheca.

Vorrei ricordare che ogni Sindaco, nel suo impegno di governo, condivisibile o meno, rappresenta la centralità della vita amministrativa e garantisce la continuità delle scelte e delle iniziative intraprese nel tempo.

Pertanto, chiedere che Bacheca, tra l’altro senza alcun giudizio, sospenda la sua attività di Primo Cittadino, sarebbe un gesto irresponsabile per le inevitabili interruzioni dei programmi di sviluppo del territorio e un conseguente danno economico che sarebbe inaccettabile in un momento di grave crisi generale”. 

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo
Quanto ti piace?

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com