Il direttivo di AzionePuntoZero critica la Giunta Bacheca dopo i “fattacci” del Ferragosto al Castello di Santa Severa e dopo la notte bianca di Santa Marinella. “L’amministrazione comunale di Santa Marinella e i suoi delegati sono muti e il paese a Ferragosto colleziona figuracce. E’ un assordante silenzio quello che caratterizza l’amministrazione comunale di Santa Marinella, sui due episodi che hanno caratterizzato il periodo di ferragosto. Per non parlare dell’indecente attività del Delegato alla Cultura Pino Galletti che, organizzando due eventi, non aventi nulla a che fare con la cultura ma con l’intrattenimento, ha praticamente offeso la decenza istituzionale con manifesti naif da festa di compleanno privata. Dapprima, la vicenda dell’isola ecologica sequestrata dalla Guardia Forestale, in uno stato di totale abbandono e per il quale nessun atto concreto era stato preso dal delegato Maggi. Ora, oltre al sequestro, ci sarà anche da dover sborsare decine di migliaia di euro per la bonifica, naturalmente tutto a carico dell’amministrazione comunale quindi dei simpatici cittadini di Santa Marinella. Il Dott. Maggi lo ha sentito qualcuno a riguardo? Una replica, una assunzione di responsabilità? Niente. L’episodio ancora più grave però, sul quale la nostra preoccupazione era già stata anticipata proprio sulla pagina “info@comune” su Facebook il giorno prima, è quello relativo alla festa del 14 Agosto presso il Castello di Santa Severa. Dinnanzi a una tale quantità di illegalità diffusa, nella più totale mancanza di organizzazione, piani sicurezza, corridoi per l’emergenza sanitaria, forze dell’ordine, bagni in numero adeguato e sicurezza privata capace di filtrare tutto ciò che è passato all’interno dell’area – le bottiglie in vetro sono state il minimo, il nostro bel “Consigliere delegato al Turismo” Alessio Marcozzi, senza battere ciglio, continua a farsi fotografare in tutti gli eventi e a non profferire parola. Per fortuna l’emergenza al San Paolo di Civitavecchia ha sopportato bene decine di ragazzi con malori e tagli, oltre a quattro codici rossi. I volontari della Protezione civile, della Croce Rossa e tanta gente volenterosa ha evitato il peggio. Su tutto questo niente di niente. Anzi, i sostenitori di questa amministrazioni eletti e no, come si tocca l’argomento vanno in escandescenza. Non solo a livello istituzionale non ci sono risposte da giorni ma, si vantano di fatto di uno scampato pericolo. Questo groviglio di interessi tra media, imprenditori, associazioni e politici, non si è mai determinato a Santa Marinella. I risultati sono evidenti e siamo solo all’inizio. Sarà bene che i Delegati Maggi e Marcozzi cambino mestiere, Rifiuti e Turismo, due deleghe da rivedere”.

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo
Quanto ti piace?

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com