Riceviamo e pubblichiamo dal direttivo di Azione Punto Zero.

Dal 2008, i cittadini di Santa Marinella devono sentirsi arretrati e non attrezzati amministrativamente rispetto a tutti i comuni del comprensorio. Come all’inizio di ogni estate infatti, Santa Marinella viene tempestata da manifesti multicolori dove vengono promosse feste, sagre, festival che si svolgono nelle frazioni e nelle cittadine limitrofe. Se pure è vero che azione punto zero sistematicamente porta in evidenza questo aspetto – per niente felice di farlo – al tempo stesso l’amministrazione in questi cinque anni, non ha battuto ciglio di fronte ad un settore che rappresenta un volano strategico. Ad oggi, 10 Luglio, non esiste un cartellone per l’estate 2013. Niente, se non qualche evento a cui dobbiamo dire grazie a qualche piccola associazione privata. Tema sul quale, peraltro, ci sarebbe da aprire parentesi graffe sulla corrispondenza tra merito, curriculum e legittimità degli iter per l’assegnazione di certi spazi. Non vogliamo entrare nel merito del lavoro che il povero neo assessore al turismo si sta trovando per le mani. Non vogliamo neppure sottolineare nuovamente il fatto che, Santa Marinella, è una cittadina turistica solo incidentalmente, avendo in sé una prerogativa principalmente e storicamente di località di villeggiatura. Oltre a far visitare la città al nostro esimio concittadino Giordano Bruno Guerri, il nulla. Ci è stato detto:“ci sono state le elezioni”, anche se per cinque anni abbiamo pungolato l’assessore al turismo – responsabile quindi anche per il 2013 – ad ogni inizio Ottobre. Di chi è la responsabilità se non dell’ex assessore al turismo Boelis e cosa ce ne facciamo della sua inadempienza? La nostra idea semplice e funzionale gli è stata più volte ribadita “L’istituzione di un tavolo permanente per il Turismo che veda protagonisti tutti gli operatori del settore, è il punto d’inizio per una autentica rivoluzione della concezione dello sviluppo di Santa Marinella. Il Tavolo permanente dovrà essere l’incubatore per la realizzazione dell’agenzia per il turismo, una società mista pubblico-privato che dovrà costruire, promuovere e difendere il marchio “Santa Marinella” localmente – con un calendario di fiere ed eventi sul territorio, e internazionalmente promuovendo Santa Marinella in tutte le fiere e le borse del turismo del mondo.Marcare un segno di netta discontinuità rispetto al fai-da-te da“balletti russi e canzoni napoletane”, che hanno contraddistinto la promozione del turismo a Santa Marinella in questi anni.  Chiudere l’esperienza dei gemellaggi, delle festicciole e degli eventi connessi alle consorterie dei vari consiglieri comunali e faccendieri all’ombra del Castello. Risulta così difficile concepire qualcosa del genere? Dobbiamo nominare gli stessi delegati alla cultura? Dobbiamo rivedere le stesse scene di sempre? Queste sono le domande che formuliamo al rieletto Sindaco Bacheca. Lui, è il capo indiscusso della maggioranza di governo e rappresentante dei cittadini di questo paese. Molti colonnelli sono stati molto intelligentemente fatti fuori da lui, adesso però dia una risposta a questi interrogativi, perché la responsabilità è solo sua”.

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo
Quanto ti piace?

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com