sanpaololavori

«La Fondazione  crede in questo ospedale, ha investito molto ma adesso tocca alla Regione fare un passo avanti e risolvere il problema della mancanza di personale». Questa è la ferma dichiarazione del presidente della Fondazione, Vincenzo Cacciaglia, in occasione della posa della prima pietra per la ristrutturazione del nuovo reparto di medicina del nosocomio cittadino, il cui termine è previsto per dicembre. Parole dure ma necessarie dato che la città ha bisogno di un ospedale in grado di affrontare qualsiasi situazione. Parole indirizzate verso un interlocutore preciso, Daniele Teodori, Presidente del Consiglio Regionale della Regione Lazio, che stamani era presente all’evento insieme al sindaco Tidei e al commissario Quintavalle.  «Prendo atto dell’osservazione fatta dall’avvocato Cacciaglia – ha risposto Teodori – e la prendo come stimolo per cercare di migliorare la sanità provinciale della regione, gravata da troppi disservizi». Anche il sindaco ha ribadito i problemi che gravano sull’ospedale, in particolare per il mancato rimpiazzamento dei dipendenti del nosocomio nel corso degli anni.

Il commissario del Asl Roma F, Giuseppe Quintavalle, ha illustrato le caratteristiche del nuovo reparto che conterà 40 posti letto, un modulo di oncologia e due posti per malattie infettive in camere con un sistema di climatizzazione autonoma.

La cerimonia si è poi conclusa con la benedizione del cappellano dell’ospedale, padre Roberto Fiorucci. 

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo
Quanto ti piace?

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com