san gordiano

Buche, sporcizia e una cura del verde che non c’è.
Senza dimenticare le ormai famose “perdite” che da mesi fanno bella mostra di se e il Pincio resta a guardare.

san gordiano
Inizia questa settimana il nostro viaggio nei quartieri di Civitavecchia. Siamo partita da sud ovvero dal quartiere
di San Gordiano: la “città giardino” secondo i cartelli che fanno bella mostra all’ingresso del popoloso.
Ma di giardino c’è veramente poco, considerando che lo stato in cui versano strade e marciapiedi ma anche i
giardini non è proprio simbolo di una città giardino. Iniziamo dalle buche: tante, disseminate in diverse strade
del quartiere, oggetto di interventi che non hanno però mai risolto il problema. Ad esempio in prossimità del primo ponte di San Gordiano, ormai da mesi l’asfalto nasconde non buche ma veri fossati tra l’altro provocati anche da
perdite di acqua che si ripetono senza interruzione da mesi. Strade in pessime condizioni, dove spesso anche la
segnaletica rimane un optional, pur essendo trafficate ogni giorno da centinaia di macchine, con tutti i possibili
problemi che ne derivano sul piano della sicurezza.

san gordiano
Dalle buche alle perdite. Questa è la “cartolina” più bella, si fa per dire, del popoloso quartiere: ce ne sono diverse
che da mesi sono lì, con litri e litri di acqua sprecata senza che nessuno sia mai intervenuto per porre fine alla
vergogna. Perdite che sono state più volte denunciate anche agli organi competenti senza che sia stata mai stata trovata una soluzione al problema.
Per non parlare del parco “Spigarelli” su cui abbiamo già avuto modo di parlare: ma è il senso di abbandono che
si tocca con mano che lascia l’amaro in bocca, soprattutto a chi, magari investendo anche somme importanti,
sperava di andare a vivere in una città giardino.

 

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo
Quanto ti piace?

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com