San Felice da Cantalice: il sagrato della chiesa dei Cappuccini intitolato a Padre Gianfranco Maria Chiti

18 Novembre 2021

Sabato 20 novembre, alle ore 10,30 verrà intitolato a Padre Gianfranco Maria Chiti il Piazzale antistante il sagrato della chiesa San Felice da Cantalice facente parte del complesso conventuale dei Frati Minori Cappuccini in via Terme di Traiano. I Cappuccini di Civitavecchia di concerto con la locale Associazione Nazionale Granatieri di Sardegna con questo atto vogliono ricordare la presenza, per circa un anno a Civitavecchia, dell’allora t.colonnello Chiti, poi Frate Cappuccino e ora “Servo di Dio”

Gianfranco Chiti, nato a Gignese (VB) il 6 maggio 1921, trascorre l’infanzia a Pesaro. Giovanissimo, uscito dall’Accademia Militare, viene inquadrato nei Granatieri e conosce gli orrori della guerra sui fronti di Croazia, Grecia e Russia.

Nei contesti in cui si trova a operare, si prodiga per salvare e accudire civili e militari. Salva vari ebrei dalla deportazione, centinaia di partigiani dalla fucilazione e diversi paesi da rappresaglie. Sperimenta anche la durezza dei campi di internamento.

Dopo la guerra ricopre vari incarichi di comando, in Somalia e in Italia, riscuotendo ammirazione e stima. A Civitavecchia comanda il IV Battaglione Meccanizzato del I° Reggimento Granatieri di Sardegna presso la Caserma ‘De Carolis’. Per vari anni a Viterbo è Comandante della Scuola Allievi Sottufficiali dell’Esercito.

Congedato con il grado di Generale, entra nell’Ordine dei Frati Minori Cappuccini ed è ordinato sacerdote il 12 settembre 1982. In una lettera ai suoi parenti scrive: “Lasciato il servizio attivo nell’Esercito, ora passo al servizio del più potente dei Re, con una fiamma che in me arde e che non ha incertezze”.

Muore all’Ospedale militare del Celio in Roma il 20 novembre 2004.

L’8 maggio del 2015 è stato aperto il Processo di Beatificazione e Canonizzazione nel Duomo di Orvieto.

Uomo di grande cultura, integrità morale, fedeltà alla parola data.

Eccezionale educatore di giovani. Di grande fede e devoto della Madonna, ha svolto un intenso apostolato tra i militari e verso i bisognosi. Ha restaurato il Convento dei Cappuccini in Orvieto facendone un luogo di ritiro e di spiritualità.

Presenterà la cerimonia  Ombretta Del Monte ed è prevista la presenza di Autorità Civili, Religiose e Militari,  Associazioni d’Arma e di tanti che hanno svolto il servizio militare ai suoi ordini. Renderà gli onori un picchetto armato del I° Reggimento Granatieri di Sardegna. Si ringrazia la Fondazione Cassa di Risparmio di Civitavecchia nella persona della Presidente Gabriella Sarracco per il contributo concesso.

Parrocchia San Felice da Cantalice

Ass.ne Naz.le Granatieri di Sardegna Sez. Civitavecchia

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo


DIBIAGIO


Lascia un commento

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com