under crc

Uno splendido mercoledì pomeriggio all’insegna della  Rugby “LEAGUE” a Civitavecchia .  Al Moretti Della Marta molti giocatori del vivaio del CRC ed anche qualche giocatore della squadra Seniores hanno preso parte al raduno con i Tecnici  di ”Rugby a 13” Riccardo Marini, Pieluigi Gentile e Sebastian Velasquez, quest’ultimo anche tecnico selezionatore della Nazionale Italiana Under 17.Molti i ragazzi che hanno presso parte all’allenamento-selezione. I tecnici hanno ringraziato la società per la disponibilità confermando di aver trovato un vivaio di grande qualità.  Quest’ oggi hanno comunicato ufficialmente di aver selezionato  i giocatori Alessandro Crinò, Marco Leoncavallo, Matteo Maggi, Matteo Simonante, Tiziano De Martino e Federico Serra.  Questi giocatori saranno chiamati a partecipare ad un prossimo raduno selettivo da cui scaturirà la nazionale italiana under 17 di Rugby a 13. Il tecnico Velasquez ha esortato  i ragazzi ad aderire con entusiasmo a questa disciplina in quanto una qualità importantissima che deve avere ogni giocatore di rugby è, senza dubbio, la versalità.  Un bravo giocatore di rugby deve sapersi adattare in tutte le discipline del Rugby sia esso il tradizionale Rugby a 15 o il Rugby a 13 o Rugby seven o quant’altro. Nel Rugby a 13 naturalmente sono molto importanti la velocità e le linee di corsa che ogni giocatore istintivamente è chiamato a percorrere ed è proprio l’intuizione e la velocità che fanno spesso la differenza tra i giocatori stessi.  Inoltre è una disciplina che non entra mai in contrasto con la Rugby Union giacché i campionati sono giocati prevalentemente durante la pausa estiva e durante le pause per il Sei Nazioni proprio per consentire ai giocatori di cimentarsi in entrambe le discipline.  Ricordiamo che una squadra di Rugby League è formata da 13 giocatori, anziché 15 come nella tradizionale Rugby Union, divisi tra avanti e tre quarti: la particolarità è che mancano i due flanker, ossia le terze linee esterne del reparto di mischia.  Questo sport prevede un gioco che si sviluppa essenzialmente al largo sfruttando maggiormente la velocità e lo spazio aperto essendo il campo presidiato da un numero di giocatori inferiore rispetto al rugby tradizionale. La squadra in possesso di palla, che va sempre comunque passata all’indietro, ha sei tentativi per arrivare a meta.  Ogni tentativo cessa quando il portatore di palla viene placcato o comunque fermato.  Non ci sono altri punti di incontro e non si gioca la touche per riprendere il gioco quando  la palla finisce oltre la linea laterale del campo. Le particolari regole del gioco che assimilano il Rugby League  al football americano lo rendono uno sport più intuitivo per lo spettatore e meno complesso  rispetto al Rugby tradizionale. Altra importante  e graditissima notizia è che Alessandro Crinò e Marco Leoncavallo sono stati ufficialmente selezionati anche per far parte dell’ ACCADEMIA ZONALE “LORENZO SEBASTIANI” DI ROMA della FIR per la stagione sportiva 2013/2014. I giocatori riceveranno a breve  un programma di preparazione fisica individuale che dovranno seguire nei mesi di luglio e agosto e che sarà periodicamente verificato dalla struttura tecnica regionale. L’inizio della Accademia è fissato per il giorno lunedì 9 settembre 2013. I giocatori dovranno recarsi a Roma per svolgere gli allenamenti con i Tecnici Federali. E’ un riconoscimento molto importante per i ragazzi selezionati per le loro capacità e  qualità e per il loro impegno.  E’ un riconoscimento molto importante anche per la società che trova nel successo dei suoi giovani la più grande soddisfazione e la conferma che in casa CRC si sta svolgendo un buon lavoro.

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo
Quanto ti piace?

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com