*

merry christmas

Buon Natale a tutti i nostri lettori

Rugby, il CRC ritrova la vittoria dopo il passo falso di Firenze

18 Novembre 2019
  • 2
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Quarta giornata di campionato in serie A per il Crc che ritrova la vittoria dopo il passo falso di Firenze. Contro il Perugia Rugby presso il Campo “Gelsomini“ delle Fiamme Oro Rugby in Via Portuense 1680 Roma causa impraticabilità del Moretti della Marta di Civitavecchia, i biancorossi hanno vinto per 15-13. “E’ stata una partita combattuta fino alla fine – racconta coach Giampietro Granatelli – siamo riusciti a risolvere una situazione di svantaggio, poi match tirato sino al termine. I ragazzi sono stati bravi in mischia ordinata, hanno gestito alla grande. Hanno influiti anche le condizioni climatiche, loro nel primo tempo hanno fatto meglio. Acqua e vento con campo in erba sintetico ha condizionato match di entrambe le squadre. L’arbitraggio è stato un po’ sottotono in alcuni frangenti della gara. Il CRC ha gestito bene la seconda parte di gara, ma comunque c’è sempre stato tanto equilibrio. Dobbiamo prendere consapevolezza che la serie A è un torneo diverso. Ci stiamo adattando pian piano e un plauso grande al carattere di tutti i ragazzi. Negli ultimi minuti sono stati esemplari. Chiamo a raccolta tutti i tifosi per le prossime partite”. Per ciò che riguarda i punti, punizione di calandro da 3 punti, meta di Marco Rossi non trasformata da 5 punti, meta di Alessandro Crinò trasformata da Calandro per 7 punti.

CIVITAVECCHIA RUGBY CENTUMCELLÆ


Iscriviti per ricevere il Giornale Online sulla tua Email, è GRATIS!!!
  • 2
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

© 2013 - 2019, TRIP-TV-2094 AGENZIA DI STAMPA - Tutti i diritti riservati. Vietata la riproduzione anche parziale dei contenuti senza citarne la fonte.
Registrazione presso il Tribunale di Civitavecchia n. 4/13 del 22/02/2013 | Direttore Responsabile: Barbara Fruch, Direttore Editoriale: Pietro Russo