Roma Capitale cerca 4 direttori sanitari ignorando le Asl

20 Giugno 2015

“Un direttore sanitario per la medicina preventiva, uno per l’odontostomatologia e due direttori tecnici, rispettivamente per il laboratorio medico e la radiologia. Questi sono i bandi che Roma Capitale ha diffuso attraverso il sito istituzionale, per dotare l’Ipa, l’istituto di previdenza per i dipendenti di un’offerta sanitaria privilegiata”. Lo dichiara il presidente di AssoTutela Michel Emi Maritato che si chiede: “In un momento di grande delicatezza per i ‘travet’ comunali, minacciati di decurtazioni del salario accessorio per l’intervento del ministero dell’Economia, Roma Capitale va ad aggiungere altre quattro pingui retribuzioni a dirigenti medici che potrebbero, altrimenti, essere individuati tra le risorse interne delle Asl romane, piuttosto che creare ‘isole felici’ i cui costi vanno ad incidere sui lavoratori e sulla collettività. Il sindaco Marino fornisca spiegazioni. Se si vuol dare il segnale di un cambio di passo si cominci da qui. Strutture corporative, che in passato sono state perfino fonte di inchieste, non sono utili a nessuno in questo momento. I dipendenti comunali debbono essere tutelati in tutti i casi ma dalla sanità pubblica, che riceve attacchi da ogni parte, piuttosto che da un istituto privato che non fa altro che avvalorare l’idea di ‘piccola casta’ che certamente i comunali non meritano”, conclude il presidente Maritato. 

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo


DIBIAGIO


WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com