“Messa alle strette, anche l’amministrazione pentastellata trova il modo di fare ciò che poco tempo fa, nell’aula consiliare, venne definito inattuabile. Allora dicemmo a chiare note che sarebbe stata sufficiente la volontà politica a trovare la soluzione per la ripartizione dei fondi del salario accessorio 2013 e del 2014. E così è stato”.
“La notizia positiva, anche grazie al ruolo svolto dalle organizzazioni sindacali e dalle rsu, è che è stato evitato in extremis lo sciopero generale dei comunali, e che l’economia cittadina e le famiglie dei dipendenti del Pincio, potranno contare su delle risorse che sembravano ormai perse, in attesa che ora si possa regolarmente discutere dell’anno in corso. Per il sindaco Cozzolino e la sua amministrazione una evidente retromarcia rispetto alle dichiarazioni dei mesi scorsi, di cui però si deve prendere atto positivamente, auspicando che anche su altre questioni di interesse collettivo la maggioranza faccia prevalere il buon senso rispetto alla rigidità di posizioni che, senza entrare nel merito delle singole scelte più o meno discutibili, oggi richiedono ulteriori sacrifici difficilmente sostenibili”.
“In quest’ottica c’è – come c’è stata finora – la disponibilità ad offrire un contributo, in termini di proposte e di sostegno ad azioni valide, per cercare di far ripartire una città altrimenti destinata allo stallo più totale”.

Massimiliano Grasso

La Svolta

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo
Quanto ti piace?

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com