policv

Ieri sera, la Volante del Commissariato di Civitavecchia diretto dal Dr. Giovanni Lucchesi, al termine di una serrata “caccia all’uomo”, ha rintracciato e catturato un 17enne autore poco prima di una rapina ai danni di una anziana donna, dichiarandolo in arresto.

Nei fatti, poco prima delle ore 20 di ieri, la volante del Commissariato interveniva in questa zona centro città dove era stata segnalata al “113” una rapina nei confronti di un’anziana donna appena uscita di casa. Sul posto, gli agenti constatavano la presenza in terra di una donna claudicante che, dai primi elementi acquisiti dai testimoni presenti ai fatti, risultava essere stata vittima di una rapina da parte di un giovane che, dopo averla avvicinata, le aveva strappato la borsetta spintonandola violentemente e facendola ruzzolare in terra tanto che, per le lesioni riportate, necessitava del ricovero al Pronto Soccorso tramite ambulanza, immediatamente richiesta. Ottenuta una sommaria descrizione dell’autore del delitto, il quale vestiva jeans e maglietta bianca, veniva attivata una vera e propria “caccia all’uomo” che, dopo una serrata battuta in zona effettuata con l’ausilio di altro personale di Polizia, tra cui un equipaggio della Polmare, nel frattempo confluito prontamente sul luogo, per contribuire e finalizzare l’arresto, consentiva di individuare un giovane sospetto intento a fuggire approfittando dell’oscurità; ne scaturiva un rocambolesco inseguimento in auto ed a piedi, al termine del quale, il ricercato, visto entrare in un giardino da dove fuoriusciva poco dopo privo di maglietta nel vano e disperato tentativo di confondere gli operanti, veniva raggiunto ed immobilizzato.

Vistosi scoperto, il giovane, risultato essere un 17enne civitavecchiese, messo alle strette grazie ad incontrovertibili elementi probatori, ammetteva di essere stato l’autore della rapina ai danni della malcapitata donna, indicando il luogo dove, durante la fuga aveva abbandonato la refurtiva che veniva immediatamente recuperata. Per i fatti descritti, stante la flagranza di reato, il giovane veniva dichiarato in arresto per rispondere di “rapina aggravata” e messo a disposizione del P.M. di Turno presso il Tribunale per i Minorenni di Roma che ne disponeva la traduzione presso una struttura della Capitale.

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo
Quanto ti piace?

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com