volantepolizia

Gli agenti della Squadra Anticrimine del Commissariato di Civitavecchia, sotto la costante direzione del Dr. Giovanni LUCCHESI, sulla scorta degli elementi acquisiti e dei successivi dei riscontri incrociati effettuati nelle fasi investigative, hanno individuato in tre giovani originari dell’est europeo ed attualmente residenti in città, i responsabili della rapina perpetrata la scorsa settimana ad un venditore ambulante pakistano a lungomare Thaon de Revel. Nell’ambito delle fasi investigative emergeva che i tre giovani, dopo essersi avvicinati al venditore ambulante, si erano impossessati del borsone che aveva al seguito tentando di allontanarsi velocemente con il bottino e, alla reazione dell’ambulante, i malfattori lo sottoponevano a violente percosse scaraventandolo in terra per poi darsi a precipitosa fuga.

Nelle ore successive, lo straniero aggredito si portava in Commissariato dove sporgeva denuncia sull’accaduto ed esibiva il referto medico con la prognosi di 10 giorni a seguito delle percosse subite, fornendo i primi elementi utili per le indagini che, confortati da ulteriori approfondimenti, consentivano di indirizzare i sospetti sui cittadini bielorussi U.Y, di anni 23 e N.A. di anni 21, nonché sul 25enne russo N.K.. I tre stranieri, invitati in Commissariato, al termine di altrettanti interrogatori venivano messi alle strette, confessando di aver preso parte attiva alla rapina, fornendo in proposito utili elementi a riscontro delle ipotesi accusatorie, cercando di giustificare il proprio comportamento con l’intenzione di fare uno scherzo; quindi, al termine dei rituali, i tre venivano denunciati a piede libero alla locale A.G. per rispondere di concorso in rapina aggravata.

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo
Quanto ti piace?

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com