immondizia corso marconi

Il Codacons interviene sull’ordinanza estiva della raccolta differenziata.

“Non tutti gli utenti, specie i più anziani, hanno la possibilità di informarsi su internet, e peraltro, non si può pensare che il dovere del cittadino sia quello di svegliarsi ed andare ad informarsi sul sito del Comune per cercare di non incappare in nuove regole e sanzioni emesse quotidianamente  ai danni del consumatore.

Bene, anzi benissimo, che l’Amministrazione faccia rispettare le regole civiche,  ma dall’altra parte c’è il diritto del cittadino che deve essere messo a conoscenza delle regole: perchè questa ordinanza non è quella del 2001: ora il divieto di gettare i rifiuti è esteso anche alla raccolta differenziata. Incomprensibilmente, perchè le campane e i cassonetti di vetro, carta e plastica, vengono svuotati, stracolmi, non certo quotidianamente, ma volte dopo settimane. E, peraltro, non si può certo dire che questi materiali emanino cattivi odori per giustificarne il divieto di deposito nel week end, che, anzi, incentiverebbe il senso civico.

Ci aspettiamo, quindi, che l’ordinanza venga – possibilmente rivista riguardo alla raccolta differenziata – e, comunque, affissa sui cassonetti; e che le multe elevate finora vengano annullate. Perche, pur comprendendo l’esigenza dell’amministrazione di fare cassa, dobbiamo rilevare che la stessa non si può tradurre nel perseguire il cittadino con Tia straordinarie, Tares aumentate, ed ora anche contravvenzioni subdole, che vanno inevitabilmente  a gravare sulle condizioni economiche delle famiglie già notoriamente insostenibili”.

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo
Quanto ti piace?

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com