privilege alto

Dovranno ancora attendere tre settimane per conoscere il loro futuro, i lavoratori della Privilege. Per il 22 ottobre è stato infatti fissato il termine ultimo nel quale il Giudice potrà decidere in merito alla richiesta di concordato avanzata dalla società. La novità è emersa nel corso dell’atteso incontro svoltosi questa mattina presso il Ministero delle Attività Produttive. Nel corso della riunione, che ha visto la presenza dei rappresentanti del Ministero, della Privilege, dell’Autorità Portuale, del Comune, dei sindacati e di una delegazione di lavoratori, è stato fatto il punto della situazione, partendo proprio dalla proroga di un mese accordata dal Giudice per il pronunciamento sulla richiesta di Concordato presentata da Privilege.

Nelle prossime tre settimane, quindi, la Privilege lavorerà per ottenere – attraverso una serie di iniziative – i necessari finanziamenti delle banche che, sommate a un eventuale “finanziamento ponte”, potrebbero determinare la ripresa dei lavori già dal mese di novembre. Cgil e Fiom hanno chiesto la riconvocazione del tavolo ministeriale immediatamente dopo il 22 ottobre, al fine di riaprire il confronto su basi certe. Due le ipotesi sul tappeto: le banche intervengono e il Giudice omologa il Concordato, nel cui caso si andrà alla ripresa dei lavori; le banche non finanziano e, a quel punto, si va verso il fallimento e la fine dell’attività. Nel caso di questa malaugurata ipotesi, i sindacati hanno posto al Ministero l’opportunità che la nuova riunione si incentri anche su possibili nuove attività di “cantieristica navale” da allocare nel Porto di Civitavecchia, che consentirebbero il ricollocamento di tutti i lavoratori impegnati nel cantiere. Nei prossimi giorni, Cgil e Fiom definiranno percorsi tesi a dare nuove tutele temporanee ai lavoratori, che stanno esaurendo il periodo degli ammortizzatori sociali, sollecitando Autorità Portuale e Comune a rendere praticabili ed esigibili gli accordi esistenti in tema di ricollocazione, nell’area del porto, di quanti hanno perso il lavoro.

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo
Quanto ti piace?

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com