volantepolizia

Venerdì scorso, a coronamento delle indagini condotte negli ambienti della malavita locale per oltre due settimane, volte all’individuazione dell’autore della rapina perpetrata alla tabaccheria di via Amba Aradam, sulla scorta degli elementi acquisiti e dei successivi dei riscontri incrociati effettuati nelle fasi investigative, gli agenti del Commissariato di Civitavecchia, sotto la costante direzione del dottor Giovanni Lucchesi, hanno individuato nel 38enne pluripregiudicato civitavecchiese B.G. il responsabile dell’episodio delittuoso. L’indagato, condotto in Commissariato e messo alle strette dagli inquirenti, confessava ogni addebito, fornendo utili elementi a riscontro delle ipotesi accusatorie, riferendo che, dopo aver minacciato il titolare della tabaccheria con una pistola giocattolo del tutto simile ad una vera arma, si era allontanato con il bottino consistente in alcuni pacchetti di sigarette, per il valore di circa 350 euro, facendo perdere le proprie tracce e gettando in un vicino cassonetto alcuni effetti personali nonché l’arma giocattolo utilizzata. Per i fatti in argomento, l’uomo veniva denunciato a piede libero alla locale autorità giudiziaria.

Sabato pomeriggio, a seguito di segnalazione pervenuta al “113”, la Volante del Commissariato si metteva sulle tracce di un automobilista che, viaggiando a velocità elevata a bordo di un’autovettura mercedes, aveva seminato il panico sull’autostrada A12, urtando varie autovetture in fase di sorpasso e procedendo a zig-zag.

Il mezzo veniva intercettato nella zona periferica della città e, all’intimazione degli agenti, nel fermare la propria corsa, tamponava un veicolo in sosta. Sottoposto, quindi, al controllo dell’etilometro, l’uomo alla guida del veicolo fermato, identificato per il 47enne romano V.F., evidenziava un tasso alcolemico notevolmente superiore al consentito e, pertanto, era indagato in stato di libertà per guida in stato di ebbrezza, con conseguente ritiro della patente e sequestro amministrativo della vettura.

Nella notte di ieri, domenica 21 luglio, nell’ambito del servizio per il controllo del territorio volti a fronteggiare i fenomeni predatori in ambito cittadino, una Volante del Commissariato fermava per un controllo un’autovettura sulla quale viaggiavano un uomo ed una donna. I due, risultati conviventi ed identificati per il 30enne civitavecchiese D.C. e I.M., 24enne rumena, palesavano un evidente stato di nervosismo, mostrandosi riluttanti al controllo; pertanto, poiché entrambi erano risultati annoverare precedenti per detenzione di stupefacenti, gli agenti eseguivano la perquisizione presso il loro domicilio, rinvenendo e sequestrando due involucri contenenti rispettivamente 8,5 grammi di cocaina e 3,7 grammi di hashish, come confermato dal successivo esame di polizia scientifica e, quindi, entrambi venivano indagati in stato di libertà per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti.

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo
Quanto ti piace?

This will close in 16 seconds

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
0