premio fano 3

Premio Ugo Fano: vince Nicole Ceccucci per il Liceo Pertini di Ladispoli

24 Dicembre 2015 ore 11:40:28
image_pdfDownload in PDFimage_printStampa

premio fano

Al fine di stimolare nei giovani l’amore per la scienza e la conoscenza della storia anche recente data da studiosi italiani allo sviluppo del sapere scientifico la Gattomerlino/superstripes Edizioni, in collaborazione con il Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR) ha indetto un concorso tra gli studenti delle scuole superiori che prevedeva la stesura di un elaborato di commento al film- documentario “I ragazzi di via Giulia”.
Per il Liceo Pertini ha vinto la studentessa Nicole Ceccucci classe 3E.

ugo fano 2

19 luglio 1943: questo è il periodo al quale ci si è ispirati per questo progetto. Un periodo devastato dalla guerra mondiale, lacerato dalla sofferenza, dalla fame, dalla paura. Una paura che quattro giovani fisici usarono per vincere la guerra e realizzare un grande sogno: quello di scoprire la vita media del “mesotrone”. Ma non per questo Marcello Conversi, Oreste Piccioni, Edoardo Amaldi e Gilberto Bernardini sono ricordati; difatti, questi ultimi non si sono limitati a quanto già detto, bensì sono riusciti con grande forza di volontà e coraggio a portare avanti i loro studi e le loro ricerche, fino a scoprire addirittura una nuova particella: il cosiddetto “muone”.
Ebbene, sulla base di questa storia è stato indetto un progetto per i giovani: scrivere le proprie considerazioni in seguito alla visione del film-documentario “I ragazzi di Via Giulia” che dettagliatamente spiega l’avvincente vicenda di questi ragazzi, ricordati oggi come quattro tra i più grandi fisici italiani.
Questo progetto è stato tuttavia finanziato in ricordo del grande scienziato Ugo Fano, uno dei famosi membri del gruppo dei “ragazzi di Via Panisperna”. Grande fisico teorico, Ugo Fano è stato ricordato durante la premiazione per il notevole contributo dato alle ricerche sullo sviluppo della fisica atomica, molecolare e radiologica, allora ancora agli albori.
La partecipazione al bando e lo spirito positivo con il quale vi si sono rivolti i ragazzi del Liceo Sandro Pertini di Ladispoli, G.Galilei di Civitavecchia, Lazzari Spallanzani di Tivoli, G.B. Morgagni, il Democrito di Roma e, per ultimo ma non meno importante, il Convitto Nazionale V. Emanuele II, ha convinto la commissione esaminatrice a portare a nove il numero di diplomi di merito da assegnare.
Così, il 17 dicembre 2015 i giovani vincitori si sono recati, accompagnati dai loro docenti, all’Istituto del CNR di Roma. Lì sono stati accolti calorosamente da uno dei presidenti del progetto, Piera Mattei nonché direttrice della casa editrice “Gattomerlino Edizioni” ed invitati a partecipare al convegno sulla scienza e la fisica tenuto all’interno del CNR.
Per il Liceo Sandro Pertini è stato selezionato l’elaborato di Nicole Ceccucci, alunna del terzo anno di liceo classico che, nonostante la sua formazione prettamente umanistica, ha mostrato grande entusiasmo e soddisfazione nel partecipare a tale concorso. Accompagnata dalla docente di Fisica della classe, la prof.ssa Eleonora Bernabucci, ha avuto la fortuna di assistere alla cerimonia di premiazione “Ugo Fano Gold Medal” in merito alla quale sono stati insigniti di onori i professori M. Eremets e L.Gor’kov, due pilastri della scienza moderna che stanno attuando numerosi esperimenti su materiali ad altissima pressione e a cui è dovuta la scoperta della superconduttività.
Il fine del progetto, infatti, è stato proprio questo: avvicinare i giovani al mondo della scienza, dell’attualità. E’ estremamente importante per loro e per il loro prossimo futuro che siano coscienti di quanto il mondo, senza che nessuno se ne renda conto, sia in continua evoluzione.
Avere avuto la possibilità di essere presenti a discussioni di tal rilievo è stato motivo di grande orgoglio per i ragazzi, rimasti affascinati dal piacevole clima presente nell’aula e ancor più onorati di aver fatto parte, anche se solo per una mattinata, di un vero e proprio convegno scientifico.
Alla fine della riunione sono stati assegnati i tanto attesi attestati con le congratulazioni da parte della sig.ra Piera Mattei e del secondo presidente Mariangela Castelli Guidi dell’Istituto Nazionale della Fisica Nucleare, il tutto condito da calorosi applausi provenienti da un importante pubblico di docenti universitari, ricercatori, scienziati e fisici.
Il criterio di scelta degli elaborati non è stato, secondo quanto affermato dalle due signore, il grado di conoscenza delle nozioni scientifiche ma ciò che ha fatto la differenza e che ha colpito positivamente la commissione è stato “l’alto livello di partecipazione emotiva ed etica” mostrato dai nove liceali.
I giovani hanno mostrato di essere stati catturati dalla visione del film e hanno dimostrato che quanto scritto nei loro testi era assolutamente istintivo e dettato da uno spirito denso di pathòs.
Il grande augurio che tutti hanno rivolto agli studenti vincitori è stato quello di continuare a credere nei loro sogni, di non fermarsi davanti alle polemiche altrui, alle invidie, alle delusioni. Andare avanti, sempre, per la propria strada e, soprattutto, non perdere mai quella voglia di affrontare la vita che hanno dimostrato partecipando a questo concorso.

(Fonte: Res Novae)

image_pdfDownload in PDFimage_printStampa


Iscriviti per ricevere il Giornale Online sulla tua Email, è GRATIS!!!

© 2013 - 2020, TRIP-TV-2094 AGENZIA DI STAMPA - Tutti i diritti riservati. Vietata la riproduzione anche parziale dei contenuti senza citarne la fonte.
Registrazione presso il Tribunale di Civitavecchia n. 4/13 del 22/02/2013 | Direttore Responsabile: Barbara Fruch, Direttore Editoriale: Pietro Russo