Arriva il caldo e ritorna il problema del depuratore. O meglio della “puzza” che l’impianto in zona Polveriera rilascia, tra le proteste ormai note degli abitanti della zona. Un problema, come detto, che si trascina ormai da anni senza che sia stata trovata una soluzione da parte delle varie amministrazioni comunali che si sono susseguite a Palazzo del Pincio. E in questi giorni complice il caldo e il vento di scirocco il “tanfo” era particolarmente forte, tra le proteste di chi, soprattutto in zona Polveriera, vi abita e che è costretto a tenere le finestre chiuse. Ma la sensazione sgradevole viene avvertita anche da chi frequenta i vicini centri commerciali. Insomma un “tanfo continuo”. Soluzioni, per il momento, non sembra ce ne siano e la speranza è quella dell’arrivo del vento, in direzione opposta per allontare i maleodoranti flussi. Oppure che l’olezzo arrivi nei vicini locali della Procura della Repubblica, situata a poche centinaia di metri, in modo da dare un seguito “giudiziario” ad una vicenda alquanto imbarazzante.

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo
Quanto ti piace?

This will close in 16 seconds

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
0