Pierfederici: “Ridiamo il mare ed il porto ai civitavecchiesi”

3 Aprile 2013

Riceviamo e pubblichiamo l’intervento del consigliere comunale Andrea Pierfederici.

“Questa amministrazione Comunale ha dimostrato di essere completamente refrattaria e disinteressata alle tradizioni marinaresche al diportismo, alle attività della pesca sportiva ed alle esigenze elementari dei cittadini!!!

Una tragedia annunciata , sono bastati 10 mesi di Governo cittadino da parte della nuova Amministrazione Comunale ,per distruggere completamente quanto messo in campo e costruito dal sottoscritto in materia Mare , Demanio , Pesca e diportismo.

Credo di non sbagliare nell’affermare che un Civitavecchiese , un turista appassionato di Mare , o peggio ancora se portatore di Handicap , volesse praticare qualsiasi forma di attività ludica ricreativa e dunque pescare, alare un mezzo nautico , ormeggiare una barchetta , o semplicemente fare una passeggiata sull’antemurale , farebbe sicuramente prima a cambiare città.

Nell’arco del mio mandato da Assessore al Mare ero riuscito a portare al centro del dibattito politico le tematiche del mare , ottenendo grandi successi come la costituzione di una Associazione di Pesca Sportiva autorizzata per la pratica della pesca sportiva in Porto , le spiagge erano sempre pulite e fruibili , la Frasca riqualificata e pulita e come se non bastasse avevo messo sui giusti binari la realizzazione di un approdo leggero per le barche dei Civitavecchiesi .

Oggi tutto questo è stato polverizzato da un disinteresse e da una superficialità in materia da parte degli amministratori preposti ed incaricati a seguire queste tematiche , i quali , troppo attenti a posizionare le loro pedine in Regione Lazio ed al Governo dimenticano completamente le esigenze più elementare dei cittadini.

In questo momento di profonda crisi Politica e Sociale , la gente è stanca di dover fare i conti con mille preoccupazioni , i conti di fine mese , ed ha il sacrosanto diritto di pretendere adeguati spazi e strutture idonee dedicate alla pratica degli sport acquatici e per trascorrere il tempo libero con la propria famiglia.

Ho atteso dieci mesi in silenzio e con grande rispetto verso le istituzioni il compimento delle promesse elettorali proclamate degli attuali governatori della città , e come al solito le tante promesse sono rimaste disattese .

Tanti cittadini ed Associazioni del settore Marinaresco si sono rivolte al sottoscritto con disperazione, manifestando un malcontento generalizzato , ed a loro ho confermato la mia disponibilità e volontà nel rappresentarli con forza e decisione nelle sedi istituzionali come la Capitaneria di Porto e l’Autorità Portuale al fine di presentare le istanze e le necessità dei Civitavecchiesi in materia Mare.

Da questo incontro è nata la necessità e la volontà di costituire un Comitato Permanete del Mare , il quale si prefigge l’obiettivo di presentare alle autorità Marittama e Portuale une serie di progetti destinati a ristabilire un equilibrio ed una legittima convivenza tra Porto, Città ed attività ludico ricreative legate al Mare.

Nello specifico presso la sede del Comitato in Via XVI Settembre 11 è possibile firmare una petizione con le seguenti finalità ed obiettivi :

Riapertura dell’Antemurale Colombo

Pesca all’interno del Porto

Realizzazione di un Approdo leggero per i Civitavecchiesi

Realizzazione di uno scivolo di alaggio pubblico

Riapertura della Camera Iperbarica”

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo


DIBIAGIO


WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com