mercatocv

Dalla segreteria e dal gruppo consiliare del Partito Democratico riceviamo e pubblichiamo.

“E’ l’ennesimo caso di mala amministrazione pentastellata e meno male che il Sindaco diceva proprio poco tempo fa : “….ora abbiamo finito di studiare le carte, vedrete passeremo ai progetti ed alle opere …..”. Ma se questo è l’inizio di una era allora è meglio che Cozzolino e Compagni stiano immobili, fermi, non prendano alcuna ulteriore decisione, altrimenti i danni sono e saranno ingenti a carico della collettività. Torniamo infatti sulla questione Mercato , dove una Commissione di indagine fortemente voluta dalla maggioranza, di fatto disertata dagli stessi componenti della maggioranza, dei quali neanche uno si è presentato alla convocazione del 9 /7, doveva accertare gli errori ed i danni provocati dalle precedenti amministrazioni, mentre loro casti e puri, sempre alla ricerca delle colpe da attribuire agli altri, erano esenti da qualsiasi responsabilità. Ma qui purtroppo l’hanno fatta grossa, sulle spalle di questo povero e dissestato Comune. Ma entriamo nel merito dell’ultimo pasticcio a 5 stelle: con Determina dirigenziale dei Lavori Pubblici affidano direttamente senza neanche una gara negoziata ad un professionista un incarico di indagine statica per 22.000 €, ma non si accorgono che l’art. 13 del capitolato speciale di appalto prevede che ogni indagine , progetto o lavoro inerente il mercato Ittico sia a carico dell’appaltatore. Quindi spendono 22.000 € di denaro pubblico per un onere che era obbligatoriamente a carico del privato. Ma purtroppo l’ignoranza non ammette limiti. Con Del. GC n° 58/2015 decidono di anticipare di tasca propria con soldi comunali all’Impresa appaltatrice del Mercato 218.000 € oltre 21.000 € aggiuntivi, quale ultimo stato di avanzamento lavori, riconoscendo di fatto la corretta esecuzione dell’opera. Non si accorgono invece che tali soldi non erano affatto dovuti,  perché nei documenti contabili erano riportate ben 15 inadempienze documentali ( certificazioni , messe a norma  impianti certificati sui materiali, antincendio, ISPEL, ecc. ) tutti obbligatori per collaudare l’opera. Tali somme andavano trattenute almeno in larga parte fino a che non veniva collaudato tutto l’edificio sotto il profilo tecnico ed amministrativo. Infatti la certificazione amministrativa  finale sulla agibilità dell’ Ittico, ancora non c’è, mancando gli adeguamenti e le certificazioni suddette. Ma per continuare a sbagliare, visto che hanno passato 1 anno a studiare le carte, decidono di transare il contenzioso con l’impresa che chiedeva gonfiando i costi 2.600.000 € di oneri aggiuntivi, istituendo una commissione arbitrale,  senza porsi il pur minimo dubbio di come mai  la passata Amministrazione, aveva sistematicamente respinto ogni pretestuosa richiesta, contestando punto su punto tale somma e riconoscendo zero all’Impresa. Ma perché il danno erariale sia consumato per bene, bisogna elargire somme non dovute. E’ il caso dell’affitto del tendone su P.zza XXIV Maggio e del noleggio delle celle frigo pagate all’Impresa. Tutti soldi non dovuti perché ogni ritardo sulla consegna del cantiere , ogni inadempienza è sistematicamente riportata in 75 pagine di registri contabili pubblici e quindi il Comune ha subito un danno dall’ Impresa e certo non poteva ne doveva transare nessun accordo. Quindi altre 150.000 € tra noleggi non dovuti e non addebitati alle responsabilità dell’appaltatore, ora rischiano di ricadere sulle già spremute casse comunali. Infine vorremmo dire a Cozzolino: se vuole istituire a tutti i costi la Santa Inquisizione per gli altri, abbia almeno il pudore di fare autocritica e censurare il comportamento sprovveduto ed irresponsabile della sua Amministrazione. Ovviamente speriamo almeno che la Corte dei Conti alla quale ci accingiamo a fornire tutta la documentazione tecnica a comprova di ciò, individui le effettive responsabilità nei firmatari dei suddetti atti pubblici. Tuttavia Il prezzo più caro è e sarà ancora una volta sulle spalle dei cittadini, che continueranno a vedersi tagliati servizi essenziali a causa di una gestione pasticciata e irresponsabile del denaro pubblico” 

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo
Quanto ti piace?

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com