pd in piazza

PD: “Con le invettive non si risolvono i problemi!”

29 Maggio 2014

Dal PD – Civitavecchia, riceviamo e pubblichiamo.

“Non si tratta di aprire una polemica di scarso interesse con il Movimento 5S e certamente non abbiamo alcuna vena di rispondere per le rime agli insulti. Se quello della denigrazione vuole essere il terreno di confronto temiamo rimarranno da soli in campo ad abbaiare alla luna. Al punto. La questione che abbiamo sollevato, peraltro riprendendo una proposta avanzata dalle Organizzazioni Sindacali CGIL-CISL-UIL nel “Piano per il lavoro” recentemente presentato in forma pubblica, riguarda le occasioni di lavoro per molti giovani della città sulle navi da crociera.

Non si tratta di una “fanfaronata” come viene definita con scarso rispetto dal M5S.

E’ la semplice constatazione che questa città non ha raccolto molte delle importanti opportunità che pure le attività presenti potrebbero offrire. Sono decine di migliaia gli addetti imbarcati sulle navi da crociera. E’ noto a tutti che i contratti sono diversi come le nazionalità di coloro che vi operano. Non viene narrata alcuna straordinaria novità. Ciò è perfettamente nella conoscenza delle Organizzazioni Sindacali così come nella nostra. Schematicamente riprendiamo i termini di una proposta molto concreta e per nulla fumosa o demagogica:

  1.  Realizzare una sinergia tra le Istituzioni Pubbliche che si occupano di scuola e formazione. Realizzare quello che è stato definito (non da noi ma dalle OO.SS) un Polo Didattico per le Professioni Marinare. Impegnare il sistema scolastico e le Istituzioni Pubbliche ad una vera e propria promozione di una propensione, allo stato scarsamente presente in città, verso il settore marittimo;
  2. Il Comune insieme alla Autorità Portuale dovranno coinvolgere le Soc. Armatoriali in un percorso che accompagni i giovani della nostra città che lo vorranno ad intraprendere una attività professionale, paradossalmente ignorata, in una città di mare.

Vorremmo dire ai pentastellati che il fatto che gli armatori potrebbero preferire personale straniero non rappresenta l’ostacolo ma semmai un incentivo a premere in una direzione diversa. Ospitiamo con qualche considerevole problema di impatto il traffico crocieristico più importante d’Italia. E’ da “fanfaroni” immaginare come averne un positivo ritorno economico ed occupazionale? Questo è in forma plastica solo uno dei terreni sui quali si misura la voglia di impegnarsi per dare risposte alla domanda di lavoro. Noi se torneremo come pensiamo al Governo della città avvieremo su questa come su altre importanti questioni un confronto finalizzato a condividere con le parti sociali azioni positive che daranno concrete ai disoccupati della nostra città. Lasciate   da parte le invettive. La città ha bisogno di chi con competenza e coraggio affronti i problemi e li risolva”. 

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo


DIBIAGIO


WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com