longarini

PD. Clemente Longarini: “Da dove venite e soprattutto dove andate?”

4 Giugno 2014

Dal segretario PD, Clemente Longarini, riceviamo e pubblichiamo.

“Ci apprestiamo a rispondere all’aspirante consigliera del M5S, Elena D’Ambrosio, con lo stesso tatto ma anche con la medesima determinazione. Con forse meno supponenza e minori certezze. Coltivare il seme del dubbio è sempre una buona cosa. Il nostro comunicato che è stato letto con disattenzione non voleva essere la presuntuosa affermazione che si è voluta interpretare. Al contrario dicevamo che noi saremmo stati assieme agli altri, che condividevano questa impostazione, una garanzia di stabilità. Punto. Non da soli quindi a garantire alla prossima  amministrazione una vita di cinque anni. Abbiamo ritenuto di fare quella che potrebbe apparire una dichiarazione superflua perché sia chiaro a tutti che non permetteremo che si giochi allo sfascio sulla pelle della città e dei cittadini. Chiunque vinca governerà per i prossimi 5 anni. Quindi, risparmiateci gli appellativi e gli insulti. E’ un terreno sul quale non abbiamo interesse a scendere. Le nostre liste hanno presentato alla città 143 candidati. Tra loro moltissimi giovani e tante ragazze; il mondo delle professioni e del lavoro; del volontariato e del terzo settore. Ci spiace che abbiate visto “casaccari” e con aria sprezzante “professionisti della politica”. Ciò dimostra che avete un particolare strabismo. Coloro che hanno lasciato il PD o altre formazioni per approdare verso il M5S sono tutti Paolo di Tarso, illuminati sulla strada di Damasco dalla vostra verità. Gli altri sarebbero volgari “casaccari”.  Così, se vi sono in altri Partiti, e nel PD vi sono, persone che da molti anni militano con passione e partecipano della vita politica cittadina, sarebbero tutti, da definirsi con disprezzo,  “professionisti”. Andrebbero glorificati invece, secondo il vostro metro di giudizio, coloro che sono a tutti sconosciuti, perché mai nella loro vita hanno speso nulla di sè per gli interessi collettivi e che ora sfruttano un vento maleodorante di antipolitica pensando di ascendere al potere senza mai aver posto al servizio comune un solo minuto del proprio tempo. Troppo occupati alcuni a collezionare lauree e accarezzare i propri successi professionali. Confrontiamoci sulle cose serie e sui programmi. Lasciate da parte giudizi moralistici. I movimenti politici che, con cieco fanatismo, di questo hanno fatto bandiera hanno causato delle vere tragedie. Lezioni di etica e morale da chi stringe rapporti ed alleanze con la destra xenofoba inglese non ne prendiamo. Abbiamo una storia nobile che portiamo sulle spalle e che custodiamo gelosamente. Noi non siamo di passaggio. Per riprendere un vecchio adagio della sinistra, ma che calza bene anche per altre tradizioni politiche: “Veniamo da lontano e andiamo lontano”. Voi da dove venite e soprattutto dove andate?”

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo


DIBIAGIO


WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com