pasquino

Pasquino: “La speranza”

28 Aprile 2017
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Io nun sorto de casa volentieri:

La città me fa piagne, m’addolora,

Ogni vorta che metto er naso fora

Nun ciaritrovo quer che c’era jeri.

 

Er tempo tutto quanto se divora

E torneno ar passato li pensieri:

La nostargia, come li desideri,

Puro er buio de luce te colora.

 

La città s’è riempita de misteri

Le vecchie cose vanno ormai in malora,

Ce sentimo un po’ tutti forastieri.

 

Ma la speranza che ce regge ancora

È de mannalli via li masnadieri

Che cianno fatto qui ‘na mortagora.

 

Pasquino dell’OC



ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER E GIORNALE ONLINE




  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •