Pasquino: Er saluto ar Sinneco

14 Giugno 2019
  • 6
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Er saluto ar Sinneco

Po’ esse che me c’ero affezzionato  

Però te devo di che me dispiace

Ogni saparazzione nu me piace

Sarà perché so’ vecchio e malannato.

 

Pe’ cinqu’anni l’ho sempre canzonato

Quarche vorta cor pijo assai mordace

Quarch’artra sarò stato un po’ fallace

Ma nun posso negà, l’ho rispettato.

 

E poi ce vojo mette assai distanza

Da quella mazzumaja sciamannata

Che scrive insurti co’ la tracotanza

 

De chi se sente forte e s’è esartata

E ar posto der cervello cià la panza,

La loro adè sortanto ‘na porcata.

 

Nun è ‘na sviolinata

Se po’ esse d’accordo o in disaccordo

Ma mai dimenticà d’esse un Milordo.

Pasquino dell’OC


Iscriviti per ricevere il Giornale Online sulla tua Email, è GRATIS!!!
  • 6
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

© 2013 - 2019, TRIP-TV-2094 AGENZIA DI STAMPA - Tutti i diritti riservati. Vietata la riproduzione anche parziale dei contenuti senza citarne la fonte.
Registrazione presso il Tribunale di Civitavecchia n. 4/13 del 22/02/2013 | Direttore Responsabile: Barbara Fruch, Direttore Editoriale: Pietro Russo