pasquino

Pasquino: “Tra er dire e er fare. Un pasticcio in versi liberi”

9 Luglio 2016
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Quanno se so’ insediati me so’ detto:

Pe’ l’Enele saranno assai casini

Mo se lo magneranno a cinichetti

Nun c’è più scampo pe quell’ente abbietto.

So passati du anni e li grillini

Stanno a creacce un sacco de sospetti:

L’Enele è diventato l’amichetto

E se so presi puro li quattrini.

Insomma nun sarà che le promesse,

Je so servite solo a la kermesse

Perché la gente li benedicesse?

E mo che stanno lì pe governare

E affogano ogni giorno in mezzo ar mare

Capiscono che er dire nun è er fare.

Pasquino dell’OC

 


Iscriviti per ricevere il Giornale Online sulla tua Email, è GRATIS!!!


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

© 2013 - 2019, TRIP-TV-2094 AGENZIA DI STAMPA - Tutti i diritti riservati. Vietata la riproduzione anche parziale dei contenuti senza citarne la fonte.
Registrazione presso il Tribunale di Civitavecchia n. 4/13 del 22/02/2013 | Direttore Responsabile: Barbara Fruch, Direttore Editoriale: Pietro Russo