Pallavolo_Margutta

Pallavolo. Margutta schiacciasassi

SQUADRE FEMMINILI
Serie C
Margutta Asp schiacciasassi nel campionato di serie C. Le rossoblu hanno centrato la terza vittoria consecutiva, la quinta in sei partita, battendo sabato sera al Palasport il Cali Roma XII per 3-0. Partita a senso unico sin dalle prime battute, con Iengo e compagne che hanno martellato le avversarie senza mai abbassare la guardia. In gran spolvero Paolini, alla sua seconda convocazione dopo le assenze delle prime giornate, con la centrale che ha permesso a Fiore e Brighenti di alternarsi e rifiatare. Visto l’andamento della partita, a partire dal secondo set, l’allenatore Mauro Taranta ha dato spazio alle giocatrici che hanno giocato meno, su tutte la giovane schiacciatrice Scisciani, protagonista di un ottimo approccio alla gara. “Siamo contenti – afferma Taranta – perché non ci siamo adeguata al gioco delle nostre avversarie, giocando anche una buona pallavolo. Diciamo che siamo stati noi ad indirizzare la sfida sui giusti binari. Abbiamo visto ancora una volta quanto è importante per noi Stella (Paolini), giocatrice che ci permette di trovare altre soluzioni. Sono contento anche della prova di Marzia (Scisciani), che ha subito dimostrato le sue doti e il fatto di poter giocare in questa categoria nonostante la giovane età”.

Serie D
Niente da fare per la Possenti Costruzioni Asp. Sabato sera, le rossoblu hanno perso per 3-2 lo scontro diretto in chiave salvezza sul campo della Saet. Primo punto in classifica per le civitavecchiesi che, avanti per 2-1, si sono viste rimontare alla fine di un combattuto tie break terminato 15-13.
SQUADRA MASCHILE
Serie C
Perde ma continua a muovere la classifica la Serramenti Sartorelli Asp in serie C maschile. Impegnati sabato sera sul campo del Casal De’ Pazzi, i ragazzi di Franco Accardo sono stati superati per 3-2 dai padroni di casa. Un ko che lascia l’amaro in bocca, visto che Stefanini e compagni erano avanti per 2-0 per quanto riguarda il conteggio dei set. Da quel momento, si è spenta la luce, e i romani ne hanno approfittato per costruire la rimonta. Decisivo in particolare il quarto set, con i civitavecchiesi che al termine di un parziale combattuto ed equilibrato, hanno ceduto per 26-24. “Loro sono cresciuti – spiega il capitano Patrizio Stefanini – ma diciamo anche che noi siamo calati e i nostri avversari ne hanno approfittato. Avevamo preparato al meglio la gara, e in avvio tutto ha funzionato alla perfezione. Non siamo riusciti a mantenere lo stesso ritmo fino alla fine. Un buon punto in trasferta, ma visto come eravamo messi, possiamo considerarli anche come due punti persi”.