margutta-asp

Pallavolo. Margutta Asp e Cv Volley match casalinghi

5 Marzo 2016
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Serie D maschile e femminile. Sfide interessanti per le squadre locali. La Mama Cafè di scena a Tuscania.
Si torna in campo anche in D maschile e femminile, con un fine settimana particolarmente interessante per le
squadre civitavecchiesi.
La prima a scendere in campo sarà la Mama Cafè Asp che, oggi pomeriggio alle 17 è attesa sul campo del Tuscania. Un test importante per la squadra di Gabrielli che può contare su una classifica di tutto rispetto, con il primo posto lontano solo quattro lunghezze e con la possibilità di dare una sterzata in avanti alla classifica in chiave playoff. Del resto la stagione in qui disputata dai baby rossoblu fa davvero ben sperare. In D femminile scenderanno in campo tutte domani
Margutta Asp e Cv Volley. La prima a farlo la Cv Volley che alle 18,30 al “Marconi” riceve la visita del Barani Group. Le ragazze di Pignatelli vogliono i tre punti per continuare la scalata di posizioni in classifica generale e fare un altro passo in avanti verso la conquista dei playoff.
Alle 19 sul taralex della “Corsini – La Rosa” la Margutta Asp riceve il Fiano Romano. Per la squadra di Mauro Taranta l’imperativo è vincere per continuare a restare in vetta alla classifica: “stiamo lavorando bene – fa notare il tecnico
– con grande entusiasmo come è giusto che sia. Il campionato è ancora molto lungo, sarà fondamentale tenere sempre lo stesso ritmo perché sono convinto che la Sigger non perderà colpi”.

 


Iscriviti per ricevere il Giornale Online sulla tua Email, è GRATIS!!!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

© 2013 - 2019, TRIP-TV-2094 AGENZIA DI STAMPA - Tutti i diritti riservati. Vietata la riproduzione anche parziale dei contenuti senza citarne la fonte.
Registrazione presso il Tribunale di Civitavecchia n. 4/13 del 22/02/2013 | Direttore Responsabile: Barbara Fruch, Direttore Editoriale: Pietro Russo