Dopo il tecnico Marco Pagliarini è il turno del direttore sportivo Simone Feoli che parte da lontano nell’analizzare la stagione della Snc Enel. “Questa squadra nasce da un progetto triennale poi con l’arrivo di Calcaterra abbiamo modificato l’acquisto dello straniero prendendo un tiratore come Djogas. Siamo stati quindi costretti a puntare subito alla serie A1 e a modificare in corsa il nostro gioco. In finale avevamo in acqua troppi giocatori inesperti e giovani ma dopo una sconfitta dobbiamo rialzarsi ed andare avanti, e i ragazzi lo capiranno la prossima settimana. Il futuro? non credo di fare ancora il direttore sportivo – annuncia Simone Feoli – dobbiamo fare un cda con la società ma è fondamentale varare un progetto univoco per far crescere i giovani”. Il prossimo anno sarà ancora A2 con la Snc che dovrà necessariamente rivedere l’organico puntando fortemente sui giovani. I senatori Foschi, Simeoni e Rinaldi dovrebbero rimanere, Calcaterra ha ancora un altro anno di contratto mentre resta da chiarire la posizione di Djogas.

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo
Quanto ti piace?

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com