sncroma

E’ l’SNC day! Solo vincendo domani sera (inizio al Pala Galli alle 21) i rossocelesti della SNC Enel Civitavecchia possono continuare a sognare la serie A1: la pallanuoto Trieste, forte della vittoria di gara 1, infatti, può giocare in scioltezza questa sfida da dentro o fuori potendo contare eventualmente anche su gara 3 (in programma se serve sabato 28).

“Questa è la mia preoccupazione più grande , afferma coach Pagliarini, la SNC deve pensare solo a questa sfida, non tenendo conto di tutto quello che è successo in gara 1 e del suo risultato:non dobbiamo assolutama mente affrettare i tempi del nostro gioco, o peggio ancora farci prendere dall’ansia del risultato. E’ vero solo con la vittoria possiamo continuare a giocare, ma la vittoria arriva solo alla fine dei 4 tempi e tutti i 32 minuti vanno giocati con la stessa intensità dal primo all’ultimo secondo”.

Fin qui coach Pagliarini che volutamente non vuole parlare degli arbitri e del loro operato nella piscina giuliana:certo è che subire 9 controfalli in attacco e due reti annullate per infrazioni dei 2 metri non hanno sicuramente aiutato a gestire il vantaggio di 3 reti che i rosso celesti erano riusciti a prendere a metà del terzo tempo.

Oltre alle decisioni arbitrali il tecnico civitavecchiese intende puntualizzare il poco “cinismo” dei suoi ragazzi: “Non si possono regalare occasioni agli avversari come abbiamo fatto a Trieste – continua Pagliarini – , come sul + 3 per noi quando in meno di un minuto siamo riusciti a far rientrare gli alabardati sul meno 1. E poi gridano ancora vendetta le due occasioni avute in attacco quando, pur avendo portato in ripartenza più uomini in attacco, in entrambe le situazioni non siamo riusciti a segnare”.

Sulla stessa lunghezza d’onda la squadra che all’unisono si dichiara pronta a ribaltare la sfida in gara 2: “Abbiamo sprecato una grande opportunità – dichiara Fabrizio Rinaldi, uno dei migliori se non il migliore in acqua sabato scorso-. Nonostante le difficoltà eravamo riusciti a gestire al meglio la situazione falli (out dopo solo 3 minuti Iula) e quella degli “acciaccati” Simeoni e Foschi arrivando al 9 a 6 per noi e poi ci siamo spenti. Nel finale, poi, con tanto rammarico siamo rimasti dietro Trieste: domani non sbagliare è vero, ma solo giocando con la testa restando calmi possiamo vincere ed arrivare a gara 3. Ci servirà tutta la tranquillità possibile e soprattutto il caloroso incitamento dei nostri tifosi che, come sempre saranno determinanti per la nostra vittoria”.

Di contro Trieste, arriva in mattinata a Civitavecchia, proverà ad esaltarsi sulle prodezze del suo portiere Jurisic e sulle invenzioni dei suoi attaccanti.

Formazioni entrambe confermate e gli arbitri designati sono i signori Bensaia e Gomez. In generale tutte vincenti le squadre di casa di gara 1 (Canottieri, Catania, Como oltre a Trieste) che stasera proveranno a chiudere subito il conto alle avversarie.

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo
Quanto ti piace?

This will close in 16 seconds

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
0