snctriestepre

Dentro o fuori. Domani si gioca gara 3 dei play off per la serie A1 di pallanuoto e per la snc Enel, cosi come per la pallanuoto Trieste solo la vittoria potrà dare il via libera per continuare a sognare la massima serie della pallanuoto italiana. Si gioca al polo natatorio di Trieste “Bruno Bianchi” con inizio alle ore 19 (con la consueta radiocronaca in diretta su idea radio) ed arbitreranno i signori Bianco e Collantoni. Da notare la continua e strana assenza del commissario federale, grave perché ripetuta e perché la SNC ha presentato un esposto per le carenze organizzative dell’impianto scoperto giuliano. Ripercorrendo gara 2 di mercoledì scorso la Pallanuoto Trieste ci ha provato con grinta e determinazione, ha cullato a lungo il sogno di passare sul difficilissimo impianto civitavecchiese, ma nel finale si è dovuta inchinare alle conclusioni dello scatenato Djogas, che ha sfruttato a dovere le tante azioni in superiorità numerica concesse alla compagine laziale. La prova della Pallanuoto Trieste è stata però ancora una volta maiuscola, un viatico senza dubbio positivo in vista della sfida di domani sera. “I ragazzi hanno offerto un’ottima prestazione, con la giusta dose di cattiveria agonistica – racconta a fine gara il direttore sportivo Andrea Brazzatti – siamo rimasti sempre in partita. L’impresa questa volta non è riuscita, ma sabato prossimo si gioca davanti al nostro pubblico”. Di contro grande soddisfazione in casa SNC con il presidente Roberto D’Ottavio raggiante e fiducioso per il difficile impegno di domani: ”Abbiamo giocato una gran partita, con cuore e coraggio e tanta determinazione. Siamo stati in affanno all’inizio ma poi i ragazzi sono usciti nel finale riuscendo ad avere ragione di questo coriaceo Trieste. Ora – continua il numero 1 rossoceleste – dobbiamo superare l’ultimo ostacolo prima di pensare alla Canottieri Napoli (già finalista): sarà dura ma credo nella forza della nostra squadra, nella grande voglia di vincere dei ragazzi”. Fin qui il presidente D’Ottavio. Coach Marco Pagliarini sin dall’immediato dopo partita ha puntualizzato che per gara 3 dovrà cambiare ancora qualcosa in attacco (soprattutto con l’uomo in più) e registrare meglio, se si può, la difesa: ”Loro anche in gara 2 hanno dimostrato di essere una squadra compatta ed uniforme nei valori, con tutte e 12 le rotazioni a disposizione di coach Marinelli di uguale valore. Sarà dura ma sono convinto di farcela – conclude il tecnico della SNC Enel – i ragazzi sono carichi al punto giusto e decisi a conquistarsi la finale con la Canottieri Napoli”. La squadra è al completo, cosi come il Trieste, arriverà in tarda serata nel capoluogo giuliano dove domani mattina svolgerà l’ultimo allenamento in vista d gara 3 che inizierà domani sera alle ore 19.

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo
Quanto ti piace?

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com